Idee per festeggiare il giorno del Ringraziamento a Roma e non solo

Print Friendly, PDF & Email

Il Thanksgiving Day , in italiano il Ringraziamento, è la festività americana più famosa al mondo. Si festeggia ogni quarto giovedì di novembre negli Stati Uniti per ricordare quando nel 1621 i Padri Pellegrini si riunirono per ringraziare il Signore del buon raccolto. Nel 1863 poi fu Abramo Lincoln che la trasformò in una celebrazione annuale. Simbolo culinario di questa festività è il tacchino, accompagnato da salsa gravy, puré di patate, patate dolci, salsa di mirtilli, verdure e torta di zucca.

Se volete preparare la vostra cena del Ringraziamento in pieno stile americano il Los Angels Times ha selezionato 29 ricette, che trovate qui  http://www.latimes.com/projects/la-fo-last-minute-thanksgiving/ tra cui quella della Torta alla zucca:

Pumpkin pie

Ingredienti per la base (per una teglia da 24 cm di diametro)

Burro freddo 110 g

Farina 00 250 g

Zucchero a velo 110 g

Uova 1

Tuorli 1

PER LA CREMA

Zucca la polpa 400 g
Uova medie 2
Zucchero di canna 100 g
Miele millefiori 20 g
Zenzero fresco 20 g
Noce moscata 3 g
Cannella in polvere 2 g

PER DECORARE

Panna fresca liquida 150 g

Per preparare la pumpkin pie cominciate dalla sabbiatura per ottenere la pasta frolla: quindi in un mixer unite farina e burro freddo tagliato a pezzetti, frullate per pochi istanti fino ad ottenere un composto sabbia. Trasferite su una spianatoia e aggiungete lo zucchero a velo setacciandolo.

Formate la classica forma a fontana e versate le uova al centro leggermente sbattute ed impastate velocemente fino ad ottenere un panetto liscio che avvolgerete nella pellicola trasparente lasciandolo riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

Nel frattempo occupatevi della zucca: tagliatela a fette spesse circa un paio di centimetri ed eliminate i filamenti e i semi interni. Infine eliminate anche la buccia con l’aiuto di un coltello ottenendo così 400 grammi di polpa. In una vaporiera cuocete la zucca per 10 – 15 minuti, coprendola con il coperchio  e facendo la prova stecchino per assicurarvi che risulti tenera e morbida.

In un recipiente unite lo zucchero di canna con le uova e lavorate brevemente con una frusta. Aggiungete poi il miele , grattugiate lo zenzero già pelato  e la noce moscata ; infine aggiungete la cannella in polvere e amalgamate il tutto.

Versate anche la zucca ormai tiepida nel composto e mescolate. Aiutandovi con uno sbattitore elettrico montate leggermente la panna, fino ad ottenere un composto spumoso (ma non montato a neve) e unitela alla crema di zucca mescolando ancora.

Tenete da parte la crema ottenuta  e nel frattempo occupatevi della frolla che andrete a stendere tra due fogli di carta forno, in questo modo non dovrete aggiungere altra farina lasciando invariata la consistenza della pasta. Tirate l’impasto con un matterello fino ad ottenere una sfoglia spessa 3-4 mm che andrete ad avvolgere sul matterello leggermente infarinato  per poi sistemare all’interno di uno stampo per crostate da 24 centimetri (noi abbiamo utilizzato quello forato che non necessita di essere imburrato ed infarinato, ma se voi non l’avete allora procedete nel modo classico). Con le mani fate aderire bene la frolla allo stampo e infine per eliminare l’eccesso di pasta pressate con il mattarello sui bordi dello stampo: non buttatela perché servirà per fare i biscottini per la guarnizione finale, quindi reimpastatela velocemente e avvolgetela nella pellicola, riponendola nuovamente in frigorifero.

Versate la crema di zucca nello stampo (28-29) e poi cuocete la torta in forno statico preriscaldato a 160° per 60 minuti + 5 minuti a 180° per dorare la superficie. È importante cuocere il dolce nel ripiano immediatamente sotto a quello centrale altrimenti la base resterà cruda. Una volta cotta lasciatela raffreddare completamente fuori dal forno.

Nel frattempo stendete nuovamente la frolla avanzata e con delle formine a forma di foglia ottenete dei biscottini. Sistemateli su una leccarda rivestita con carta forno e cuocete in forno statico preriscaldato a 200° per 8-10 minuti. Infine sistemateli sulla torta disponendoli tutti in centro.

Montate a neve 100 grammi di panna e poi utilizzando la sac-a-poche munita di una bocchetta a stella create dei ciuffetti di panna lungo i bordi della crema a ridosso della frolla. A questo punto la vostra deliziosa pumpkin pie è pronta per essere gustata.

Se volete festeggiare il Thanskgiving Day a Roma, ecco i suggerimenti del Messaggero:

Cori gospel e menu a base di tacchino all’“Hard Rock Cafe”. Ancora una volta, nel celebre ristorante-museo di via Vittorio Veneto, si ripete la fortunata formula delle passate edizioni, con il locale addobbato a tema, l’angolo per la foto-ricordo con la divertente “Turkey Mascotte” e tanti premi in palio per una serata all’insegna del divertimento e della tradizione. A rendere l’atmosfera ancora più americana, ci saranno le magiche voci dei “7 Hills Gospel Choir”, un coro composto da 20 elementi. Non mancherà poi un momento dedicato al gioco. Il menu speciale, proposto per tutta la giornata al prezzo di 35 euro a persona, prevede una zuppa di mais e, ovviamente, i piatti forti del Thanksgiving, ovvero il tacchino ripieno servito con salsa di mirtilli, la purea di patate e le verdure di stagione con salsa gravy e, per dessert, una deliziosa torta di zucca con gelato. Sono comprese nel costo anche una bottiglia di Birra Miller e una soda a scelta. Per riservare un tavolo: rome_sales@hardrock.com; 06/4203051. È possibile prenotare alle ore 19:00 oppure alle 21:30.

Menu a tema al “Café Romano” dell’Hotel d’Inghilterra. Il locale di via Borgognona offre, al prezzo di 58 euro, una degustazione raffinata che comincia con una terrina di tacchinella con pistacchi e tartufo su pan brioche e chutney di blackcurrant, e prosegue con la vellutata di zucca con frutta secca e chips di daikon, e il tacchino farcito ai marroni in salsa di mirtillo rosso accompagnato da patate al forno. Al tutto si aggiungono i cavoletti di Bruxelles al burro, l’indivia caramellizzata, le castagne glassate e, per finire, la torta di zucca con salsa alla vaniglia (per prenotare: 06/69981500).

Una serata americana con vista su piazza Navona al “Vivi Bistrot”. I piatti ideati per la ricorrenza sono a base di crema di zucca bio con caprino e crostini fatti in casa, e tacchino farcito con castagne e cotto al forno, accompagnato da salsa gravy. Non mancano la purea di patate e i fagiolini saltati con aglio, zenzero e semi di sesamo, i brownies al cioccolato con panna e la pumpkin pie con chutney di mirtilli. Il prezzo a persona è di 40 euro, con acqua, vino e superalcolici a parte. La cena viene servita alle ore 20.00. Per informazioni: 06/6833779.

Proposta culinaria sofisticata, ma che non rinuncia alla tradizione, al “Rome Cavalieri” di via Cadlolo. Nel suo “eden” del gourmet, il ristorante “L’Uliveto”, il menu parte da un ricco buffet di antipasti, tra baccalà, zucca arrostita e cipolline in agrodolce; ancora, patate dolci allo zenzero e lime con calamari grigliati, carpaccio di anatra affumicata, funghi porcini e melograno, velluttata di zucca, sciroppo d’acero e crostini e 
ostriche. Per quanto riguarda invece il secondo piatto, la proposta dello chef è un giovane tacchino arrosto con ripieno tradizionale, ma anche cavoletti in padella con aglio e miele,
 indivia belga caramellata e 
purea di patate dolci.
 Chi non mangia carne, può optare per una 
spigola arrostita su purea di cavolfiore e mandorle tostate. Tra i dessert, non mancheranno la torta di zucca, la torta di mele e frutta secca, la variazione di cheesecake, i brownies al cioccolato, un ricco assortimento di biscotti, e tanto altro ancora. La cena è prevista dalle ore 19 fino alle 23. Il prezzo è di 105 euro a persona (45 per i bambini) e bevande à la carte.  Per informazioni: 06/3509 2145.

Per un ambiente esclusivo, il luogo giusto è “Le Jardin de Russie”. Il ristorante dell’Hotel de Russie di via del Babuino, frequentato dagli ospiti dell’albergo e, sempre più, anche da una clientela romana molto esigente, riconoscimento questo degli alti risultati culinari raggiunti, offre piatti della tradizione americana reinterpretati dalla mano del celebre chef Fulvio Pierangelini. Tra questi, ci sono l’insalata autunnale, i ravioli di patate dolci con erbette, burro e parmigiano, il tacchino farcito arrosto con castagne e salsa di mirtilli rossi e, come dessert, la crostata di zucca con gelato al croccante, oltre a una selezione di piccola pasticceria (68 euro a persona, bevande escluse. Disponibile sia a pranzo che a cena. Per prenotazioni e maggiori informazioni: 06/328881 – 06/32888870; email: fb.derussie@roccofortehotels.com).

Lusso e menu stellato per la cena all’“Hotel Hassler Roma”. Inconfondibile la degustazione, composta da crema di zucca e provolone, lasagna di zucca e funghi misti, tacchino farcito ai marroni in salsa di mirtillo, mais in agrodolce, cavoletti di Bruxelles, indivia caramellata, cavolo cappuccio alle mele, purea di patate dolci, e una selezione di torte al buffet. Il tutto proposto dallo chef stellato Apreda nel “Salone Eva Restaurant & Bar” dell’esclusivo hotel di piazza Trinità dei Monti, al prezzo di 80 euro bevande escluse. Per prenotare: 06/699340.

Per una serata in pieno stile americano con vista sul Colosseo c’è l’“Attico Bistrot”. Il ristorante romano sul roof dell’Hotel Capo d’Africa (nella via omonima), per festeggiare il Thanksgiving ha ideato un menu firmato dallo chef Erio Ivaldi. Se come primo piatto gli ospiti possono gustare i macaroni al forno con cavolfiore e salsiccia gratinati, immancabile, come secondo, il tacchino ripieno accompagnato da broccoli, patate, mirtilli e salsa gravy. Imperdibile, come dolce, la pumpkin pie con panna montata. Per informazioni: 06/772801; info@hotelcapodafrica.com. Costo a persona: 40 euro.

Da “Bakery House” si festeggia il Giorno del Ringraziamento anche con opzioni vegan. Si comincia con la vellutata di zucca oppure con la radicchio salad. Poi si passa al “main course”, con il classico tacchino ripieno o il riso pilaf con mela e noci. E si arriva al contorno e al dessert, dove non manca la torta della tradizione a base di pasta brisée e ripieno di zucca al profumo di spezie. Il costo è di 40 euro a persona. Parte dell’incasso verrà devoluto in beneficenza. La prenotazione è obbligatoria. Si può scegliere tra il turno delle ore 20:00 e quello delle ore 21:45. Per riservare un tavolo a corso Trieste (piazza Istria): 06/94377841; in via Riano (Ponte Milvio): 06/88805526.

Festa del Thanksgiving al “Jackie O’ Roma” per dire grazie ai clienti. Lo storico locale di via Boncompagni propone al prezzo di 45 euro a persona e a partire dalle ore 19 – con prenotazione obbligatoria – una cena a base di flan di zucca e salsa cheddar, coscio di tacchino ripieno di castagne e salsa gravy, patate dolci al rosmarino, crumble di mele e noci con gelato alla crema e cookies. A seguire, la serata continua con la musica del maestro Michele Contesi, per ringraziare chi frequenta da sempre questo posto. Per prenotazioni: 06/42885457.

In zona Labaro il Ringraziamento si celebra al “Mama’s”. Il ristorante è ormai una tappa fissa per gli italo-americani di zona. Nel locale di via Bellagio si può optare per il turno delle ore 18,30 o delle 21. Immancabili, anche qui, la vellutata di mais, il tacchino arrosto con salsa di mirtilli americani, la torta di zucca con panna e tanto altro ancora al prezzo di 40 euro. Il menu proposto prevede varianti vegetariane o senza glutine su richiesta. La prenotazione è obbligatoria. Per informazioni: 06/33614537 oppure ristorantemamas@gmail.com.

Non solo tacchino impiattato per il Thanksgiving. Per onorare i clienti che celebrano la festa del Ringraziamento, il pizzaiolo Gabriele Bonci nella sua Pizzarium di via della Meloria, già dallo scorso anno prepara l’originale pizza Thanksgiving. Ovvero una deliziosa focaccia farcita con tacchino, olive di Gaeta, salsa d’arancia e composta di castagne di Viterbo. Un piatto a metà tra due continenti e altrettante tradizioni culinarie: una teglia di sapori a stelle e strisce con un pizzico di tricolore.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti