Londra, la Tate Modern ospita una mostra su Modigliani

Print Friendly, PDF & Email

L‘originalità del genio tormentato di Amedeo Modigliani raccontata attraverso la più completa retrospettiva mai ospitata nel Regno Unito su uno dei più grandi artisti italiani del ventesimo secolo. La Tate Modern di Londra ospita una mostra intitolata semplicemente ‘Modigliani’ e già attesa come evento culturale di prim’ordine.

L’esibizione, co-curata dall’italiana Simonetta Fraquelli, pone grande attenzione al periodo britannico del pittore livornese e al suo rapporto con la poetessa e scrittrice Beatrice Hastings: presentata non solo come musa, ma anche come figura di grande interesse nel panorama artistico del tempo.

Il percorso espositivo, che si apre con alcuni dei nudi femminili più conosciuti, riunisce inoltre una serie di teste scolpite prima della Prima Guerra Mondiale, testimonianza del legame di reciproca ispirazione con artisti come Brancusi ed Epstein, per poi concludersi con alcuni dei ritratti-simbolo dell’opera di Modigliani: raffiguranti ad esempio il commerciante e amico dell’artista Léopold Zborowski, o ancora Jeanne Hébuterne, che fu compagna del pittore e una delle donne più importanti della sua esistenza. “Modigliani”, curata anche da Nancy Ireson, non manca di offrire al pubblico una nuova esperienza di realtà virtuale che permette ai visitatori d’immergersi nel mondo dell’artista.

L’ambasciata italiana ha sostenuto attivamente l’iniziativa. E Terracciano si è detto onorato e orgoglioso che un’istituzione come Tate Modern abbia deciso di dedicare ora – 12 anni dopo Beyond Painting. Burri Fontana Manzoni (2005) – un’intera retrospettiva a un artista italiano del calibro di Amedeo Modigliani.

Fonte: Ansa

Potrebbe interessarti:

L’arte ribelle di Basquiat sbarca a Londra
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti