A Roma il progetto Action/Reaction. Arte Urbana e Street Art a Roma

Print Friendly, PDF & Email

Parte il 21 novembre al MACRO l’evento Action/Reaction. Arte Urbana e Street Art a Roma, quattro giornate di incontri, proiezioni e immagini promosse da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e Biblioteche di Roma.

Le quattro giornate si concentrano sui differenti aspetti e sulle problematiche legate al fenomeno dell’arte urbana,un fenomeno espresso anzitutto tutto nelle strade, fra la gente, ma anche negli spazi istituzionali, come appunto il museo e le biblioteche, specchio e rifrangenza di quei luoghi di vita e di produzione creativa, dove l’arte entra, a volte anche di prepotenza, nel quotidiano, con i suoi colori, le sue figure ma anche con l’impegno o il disimpegno civile, oltre che con il disagio sociale e culturale espresso per immagini.

L’intento è di dar vita a un appuntamento con cadenza annuale, volto all’analisi e al monitoraggio delle esperienze capitoline nel campo dell’arte urbana, attraverso un confronto tra studiosi, artisti, esperti del settore del mondo universitario, accademico e dell’associazionismo culturale.

Il primo incontro del 21 novembre, a cura di Biblioteche di Roma, ARTE URBANA E BIBLIOTECHE. LA VOCE DELLE PERIFERIE è dedicato alla creatività e all’arte dal e sul territorio capitolino. In particolare è definita e analizzata la recente produzione creativa urbana della città Roma, che, ricordiamo, già dagli anni Ottanta é una delle capitali occidentali del writing internazionale.

Il secondo appuntamento del 5 dicembre ARTE URBANA. FRA PENSIERO, AZIONE E SINCRONISMI, a cura di Claudio Crescentini e Daniela Vasta, è dedicato allo studio dell’arte, partendo dagli stili adottati, dell’iconografia e della semiotica del segno urbano, nel rapporto, anche sociologico con architettura e urbanistica, dalla produzione alla fruizione.

Nella terza giornata del 12 dicembre, STREET ART. CONSERVAZIONE SI / CONSERVAZIONE NO, curata da Anna Maria Cerioni e Salvatore Vacanti e coordinata dall’Ufficio Restauri e Nuove Collocazioni, muovendo dall’esperienza della Sovrintendenza Capitolina, che da anni cura il censimento e la mappatura dell’arte urbana,con il monitoraggio costante del fenomeno,è affrontato il delicato tema del rapporto tra contesto urbano e Street Art. 

Il quarto incontro del 21 dicembre è totalmente dedicato a uno dei più importanti e famosi interventi di arte urbana nel mondo, Triumphs and Laments di William Kentridge, con la proiezione del film-documentario WILLIAM KENTRIDGE, TRIUMPHS AND LAMENTS – IL FILM, realizzato in due anni di riprese seguendo l’artista a Johannesburg e a Roma, fino alla performance inaugurale dell’opera nell’aprile 2016.

Fonte: Zetèma Progetto Cultura

Potrebbe interessarti:

Roma, dal 20 novembre stop ad autoveicoli a benzina nella ZTL “Anello Ferroviario” 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti