Il South Australia punta sul turismo naturalistico

Print Friendly, PDF & Email

L’Australia punta sui turisti zaino in spalla e sulle vacanze-lavoro per rafforzare il turismo naturalistico in South Australia. 

Il governo statale punta sugli investimenti privati del settore per portare a compimento un piano che include esperienze di livello in parchi, giardini, siti artistici e culturali dedicati ai turisti interstatali e internazionali.

Tante le idee già fissate sulle quali si aprirà il dialogo con gli imprenditori – sistemazioni eco-sensibili, tour avventura, caffè, cantine o passeggiate guidate -, ma la porta rimane aperta anche a nuove proposte.

Nel Parco Nazionale di Belair, la Old Government House potrebbe essere trasformata in un albergo che al tempo stesso funzioni come centro eventi, mentre i fari di Cape Borda e Cape Willoughby a Kangaroo Island potrebbero essere ulteriormente sviluppati come attrazioni.

Esistono molte opportunità per investimenti privati ad Adelaide e in tutto il South Australia: caffè a tema naturalistico, ristoranti itineranti nel Morialta Conservation Park, il Giardino Botanico di Mount Lofty, i Giardini Botanici di Wittunga Botanic Garden, i parchi di Adelaide e dei Mount Lofty Ranges.

Altre proposte da valutare sono la ristrutturazione di alcuni dei cottage storici del Parco Nazionale di Innes nella penisola di Yorke per dare vita a un villaggio, un eco-lodge nel Parco Nazionale di Lincoln e avventure nelle isole remote comprese le immersioni in gabbia con gli squali.

In città, la Old Adelaide Gaol potrebbe essere trasformata in uno “spazio di ospitalità storica inusuale” seguendo l’esempio del lussuoso hotel Charles Street Jail di Boston o dei tour nella prigione di Alcatraz negli Stati Uniti.

Il Ministro del Turismo Leon Bignell ha dichiarato che nel corso dell’anno passato sono arrivati ​​6.5 milioni di visitatori in South Australia e il dipartimento ha investito ulteriori 70 milioni di dollari per la commercializzazione dello Stato all’estero. Questa strategia mira a portare di nuovo i visitatori interstatali e stranieri nei siti naturali attraverso attività di turismo che attualmente non esistono.

L’industria del turismo in South Australia vale 6.3 miliardi di dollari ed è sulla strada per raggiungere gli 8 miliardi entro il 2020. L’apertura di questi luoghi è la chiave per la strategia turistica e il piano d’azione Nature Like Nowhere Else ideato nel 2016.

Fonte: Ufficio del Turismo del South Australia

Potrebbe interessarti:

South Australia: cresce il turismo
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti