La top 7 delle pizze più bizzarre del mondo

Print Friendly, PDF & Email

Oggi, 21 novembre, si celebra Sant’Alberto di Lovanio, patrono dei fornai e pizzaioli. La pizza regina della gastronomia italiana, amatissima in tutto il mondo viene considerata sempre più un bene dell’umanità da tutelare e grazie all’inziativa #pizzaunesco si sta cercando di inserire “L’Arte tradizionale dei pizzaiuoli napoletani” nella Lista dei Patrimoni immateriali dell’Umanità dell’Unesco.

Questo piatto nel mondo spesso viene rivisitato in modi strani e bizzarri che gli italiani non  fanno fatica ad apprezzare. Ecco una top 7 delle pizze più assurde da assaggiare, solo se ne avete il coraggio:

  • Scorpion Pizza – Canada

In Canada, la pizza agli scorpioni viene servita durante la Calgary Stampede la manifestazione popolare che si tiene ad Augusta ogni anno per celebrare la Western culture, con rodei, lazi, musica e gastronomia.

  •  Meatza – Stati Uniti

 

Potrebbe sembrare una pizza comune super farcita, come solo gli americani sanno fare, in realtà l’impasto non è fatto con farina, acqua e lievito, ma con carne macinata.

  • Mayo Jaga Pizza – Giappone

La catena giapponese Domino’s Japan propone questa è pizza farcita con bacon, gamberetti, cipolle, patate e mais e tanta, tantissima maionese.

  • Pizza banane e curry – Svezia

In Svezia è molto in voga la pizza africana, condita con banana e curry. C’è chi aggiunge anche prosciutto, arachidi e ananas. 

  • Pizza al Cocco – Costa Rica

In Costa Rica al posto del parmigiano sulla pizza si usa il cocco grattugiato, specialmente sulle pizze con verdure e gamberetti.

  • Full English Breakfast Pizza – Regno Unito

Una pizza molto diffusa in Gran Bretagna che riprende tutti gli ingredienti tipici della colazione inglese: uova, bacon, salsiccia e fagioli.

 

  • Crocodile Pizza – Australia

La carne di coccodrillo è un ingrediente tipico in Australia, usato spesso anche sulla pizza, soprattutto marinata e abbinata a verdure come peperoni e spinaci.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti