Venezia: grandi navi via dal bacino di San Marco

Print Friendly, PDF & Email

Venezia. Le grandi navi non passeranno più dal canale della Giudecca e dal bacino di San Marco. E’ quanto ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, al termine del ‘Comitatone’ (il Comitato interministeriale di indirizzo, coordinamento e controllo sulla Laguna di Venezia) svoltosi la settimana scorsa a Roma.

Nell’arco di 3/4 anni andranno a Marghera tutte le navi oltre le 55mila tonnellate di stazza. 

“Il periodo transitorio” –spiega – “sarà di tre anni e mezzo circa. Per le navi oltre le 55mila tonnellate e fino a 96mila (un segmento intermedio che sta andando fuori ordinativo, non ne costruiscono più) la nostra intenzione è farle approdare passando attraverso il canale di Malamocco. Se il canale Vittorio Emanuele sarà praticabile potranno arrivare fino alla Marittima”.

In particolare, per il canale Vittorio Emanuele “continuiamo a lavorare per verificare che vi sia un impatto minimo”.

Il ministro ha tenuto anche a precisare che non ci sono interferenze con il traffico commerciale.

“Le due realtà possono coesistere in questa fase transitoria fino a quando il terminal di Marghera sarà attrezzato. Metteremo in campo una nuova determinazione dell’autorità Marittima per disciplinare il traffico temporaneo con nuovi criteri che tengano conto di tutte le variabili architettoniche paesaggistiche ambientali per preservare al massimo la laguna. Continuiamo a studiare ed esplorare la possibilità di sfruttare gli attuali canali perché di nuovi non se ne scavano”.
Fonte: Ufficio Stampa MIT

Potrebbe interessare:

Italian Cruise Day: crociere in recupero nel 2018
Le sfide del Porto di Venezia
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti