Il tacchino per il pranzo di Natale

Print Friendly, PDF & Email

Per il pranzo di Natale, in molti Paesi d’Europa e d’America è tradizione mangiare il tacchino. Da noi in Italia quest’usanza è meno forte, in quanto, tra le carne avicole, si preferiscono il cappone, l’anatra e la faraona.

Ma se quest’anno volete discostarvi dalle classiche ricette, anche per risparmiare un po’ sulla spesa, ecco alcune ricette che fanno per voi.

Tacchino di Natale ripieno:

  • PETTO DI TACCHINO 600 gr
  • SPINACI lessati – 600 gr
  • COTECHINO cotto o 200 g di salsiccia – 1
  • PANCETTA AFFUMICATA spessa 1 cm – 1 fetta
  • CIPOLLE 1
  • CAROTE 2
  • SPICCHIO DI AGLIO 2
  • SEDANO 1 costa
  • BURRO 20 gr
  • ALLORO 1 foglia
  • OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA (EVO) 50 ml
  • BRODO DI CARNE 200 ml
  • VINO BIANCO 250 ml
  • SALVIA 1 foglia
  • ROSMARINO 1 rametto
  • NOCE MOSCATA b.
  • FARINA b.
  • PEPE NERO IN GRANI 2
  • SALE b.
  • PEPE NERO b.

Preparazione:

Fate insaporire gli spinaci in un tegame con il burro, la noce moscata, sale e pepe; pulite la cipolla, l’aglio, le carote e il sedano e tagliateli a pezzi con la pancetta. Battete la carne, salatela e pepatela.

Distribuite gli spinaci sopra la carne in uno strato uniforme. Collocate al centro degli spinaci il cotechino o la salsiccia spellata.

Arrotolate la fetta di tacchino e legatela con lo spago da cucina. Rosolate il rotolo in una teglia con l’olio, unite le verdure e le erbe, i grani di pepe, la pancetta, l’alloro, 1 dl di vino bianco e infornate il tutto a 180°C per 10 minuti.

Quando il vino sarà evaporato, abbassate a 150°C e cuocere per un’ora, bagnando ogni tanto con il brodo, 1,5 dl di vino e il fondo di cottura. Al termine della cottura del rotolo di tacchino, prelevate quest’ultimo dalla teglia e sgrassate il fondo di cottura, sfumatelo con il vino rimasto poi unite un po’ di brodo e filtrate la salsa ottenuta.

Servite il tacchino a fette con la salsa d’accompagnamento.

Arrosto di tacchino:

  • FESA DI TACCHINO 1 kg
  • SALVIA fresca – 2 foglie
  • ROSMARINO aghi – 1 rametto
  • SPICCHIO DI AGLIO 2
  • OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA (EVO) 4 cucchiai da tavola
  • SALE b.

Preparazione:

Per realizzare l’arrosto di tacchino per prima cosa prendete le foglie di salvia, gli aghi di un rametto di rosmarino, gli spicchi d’aglio e tritate il tutto grossolanamente.

Aggiungete un pizzico di sale e pepe macinato fresco al battuto aromatico.

A questo punto prendete la fesa di tacchino e con un coltello realizzate dei buchi nella polpa da entrambi i lati ed inserite gli aromi che avete preparato.

Ora legate con uno spago da cucina il tacchino in modo che mantenga la forma in cottura.

Massaggiate tutto l’arrosto con il sale e disponetelo su una teglia ricoperta da carta forno.

Aggiungete un filo di olio sopra alla carne e infornate a 180°C per circa 40-50 minuti.

Involtini di tacchino al sugo:

  • FESA DI TACCHINO A FETTE 8 fette
  • PROVOLA 100 gr
  • SCALOGNO 1
  • POMODORO PELATO 450 gr
  • UOVA 1
  • PANGRATTATO ½ cucchiai da tavola
  • PARMIGIANO REGGIANO grattugiato – 1 cucchiaio da tavola
  • PREZZEMOLO 1 ciuffo
  • ORIGANO ESSICCATO 1 pizzico
  • OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA (EVO) 4 cucchiai da tavola
  • SALE b.
  • PEPE NERO macinato fresco – q.b.

Preparazione:

Prendete le fettine di tacchino, disponetele su di un piano, appoggiateci sopra la pellicola trasparente e con un batticarne battetele delicatamente.

Rompete l’uovo, fatelo cadere in una ciotola, aggiungete il pangrattato, il parmigiano grattugiato, la provola tagliata a dadini e il prezzemolo tritato finemente; amalgamate il tutto.

Scaldate un generoso giro d’olio extravergine d’oliva in una padella, aggiungete lo scalogno tritato finemente e il pomodoro pelato e lasciate cuocere a fiamma bassa.

Nel frattempo farcite le fettine di tacchino: spalmate l’impasto precedentemente preparato al centro di ogni fettina, salate e pepate e infine arrotolate cosi da formare l’involtino.

Legate gli involtini con uno spago da cucina così che mantenga la forma in cottura. 

Prendete una padella con un giro di olio e quando sarà caldo fatevi rosolare gli involtini.

A questo punto aggiungete la salsa di pomodoro agli involtini, un po’ di origano e un pizzico di sale e lasciate cuocere a fiamma bassa e a padella coperta per circa 25 minuti.

Servite gli involtini con il sugo ben caldi.

 

Potrebbe interessare:

 Contro grassi e zuccheri c’è la cannella, ‘la spezia del Natale’
 Panettone? Un dolce sempre trendy
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti