Insieme per il Tevere: Roma sempre più verso il “Contratto di fiume”

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Si è riunita per la prima volta in Campidoglio la cabina di regia sul Tevere, il tavolo inter-istituzionale che mette insieme tutte le associazioni, le imprese e gli enti coinvolti firmatari del Manifesto d’Intenti per la sottoscrizione del Contratto di Fiume.

Nell’incontro di ieri si è parlato delle tappe da compiere per la predisposizione dei progetti di valorizzazione e rivitalizzazione delle grandi potenzialità naturalistiche, ambientali, economiche e territoriali del fiume.

Hanno partecipato il Ministero dell’Ambiente, Regione Lazio, Roma Capitale, Città Metropolitana di Roma, Autorità di Bacino e Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino.

“A pochi giorni dalla firma del Manifesto d’Intenti, prosegue rapidamente il lavoro di rilancio e valorizzazione del Tevere da parte di questa Amministrazione. Oggi iniziamo ufficialmente il percorso partecipato che ci porterà alla sottoscrizione del Contratto di Fiume con enti e associazioni. Vogliamo restituire il Tevere ai romani e lo facciamo mettendo a sistema i progetti pubblici e le iniziative di molte organizzazioni di cittadini. Tutto nell’ottica della pianificazione strategica, necessaria per la reale riqualificazione di un’area vitale ma molto complessa della nostra città. I romani credono in questo sogno e noi lo realizzeremo”, dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.

“Con l’istituzione dell’Ufficio di Scopo Tevere abbiamo favorito e incentivato l’aggregazione delle diverse associazioni e imprese, partner del Manifesto d’Intenti, avviando una messa a sistema di tutti i progetti. Stiamo già lavorando per effettuare il monitoraggio in tempo reale delle criticità presenti sulle aree golenali e sui ponti, un lavoro importante e propedeutico per la prossima esecuzione del Contratto di Fiume”, afferma l’assessora alla Sostenibilità Ambientale Pinuccia Montanari.

È iniziato il lavoro che porterà alla sottoscrizione del Contratto, a completamento di un processo ampio e partecipato nato dal basso e condiviso dall’Amministrazione capitolina. Del Manifesto d’intenti per il Contratto di Fiume, redatto da Agenda Tevere Onlus, fanno parte diverse associazioni tra le quali Legambiente Lazio, Retake Roma, Italia Nostra, Associazione italiana Architettura del Paesaggio Lazio, Associazione Due ruote d’Italia, Cittadinanzattiva Lazio, Associazione Tevereterno e Circolo magistrati Corte dei Conti.

 

Fonte: Ufficio Stampa Comune Roma

Potrebbe interessare:

Turismo: Bell’Italia dedica un numero speciale a Roma
Tevere: Raggi firma il Contratto di Fiume
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti