Prorogata la mostra milanese Dentro Caravaggio

Print Friendly, PDF & Email

Milano. La mostra Dentro Caravaggio, aperta a Palazzo Reale il 28 settembre 2017, la cui chiusura era prevista per domenica 28 gennaio, viene prorogata sino a domenica 4 febbraio.


La decisione, visto l’ottimo esito della rassegna, visitata da oltre 320.000 visitatori, e la vasta richiesta di accesso, è stata presa congiuntamente dalla Direzione di Palazzo Reale e dal produttore MondoMostre Skira per consentire al maggior numero possibile di aspiranti visitatori di non perdere la mostra più importante dell’anno.

L’esposizione è aperta nella settimana di proroga dal 29 gennaio al 4 febbraio tutti i giorni dalle 9.30 alla mezzanotte, tranne lunedì 29 gennaio, in cui sarà aperta dalle 13.30 in poi.

Nella settimana di proroga l’ingresso è consentito solo ai singoli visitatori non prenotati, non è permesso l’accesso a  gruppi e a possessori di biglietti open  e non è possibile effettuare prenotazioni.

La Biglietteria chiude un’ora prima e l’ingresso è consentito sino alle 23.

Per quanto riguarda le Giornate di studio del 29 e 30 gennaio, gli incontri, a ingresso libero sino esaurimento dei posti disponibili, si svolgeranno nella Sala Conferenze di Piazza Duomo 14 e saranno divisi in due sessioni:

  • la prima esamina la storia dell’arte in rapporto con la diagnostica, è condotta da Rossella Vodret, curatrice della mostra, e vede la partecipazione di Keith Christiansen del Metropolitan Museum di New York con gli studiosi italiani Alessandro Zuccari (Sapienza Università di Roma), Raffaella Morselli (Università di Teramo), Francesca Cappelletti (Università di Ferrara), Stefania Macioce (Sapienza Università di Roma), Cristina Terzaghi (Università Roma Tre) e Massimo Ammaniti (Sapienza Università di Roma). Per completare l’esperienza di studi caravaggeschi, è prevista la visita alla mostra L’ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri, presso le Gallerie d’Italia – Piazza Scala, sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano, aperta fino all’8 aprile 2018.

 

  • la seconda sessione riguarda gli approfondimenti sulla tecnica pittorica di Caravaggio ed è condotta da Claudio Falcucci, che ha coordinato le indagini diagnostiche di varie opere in mostra; ne discute con Kamilla Kalinina del Museo Ermitage di San Pietroburgo e con gli studiosi italiani Ulderico Santamaria e Fabio Morresi (Musei Vaticani), e con Isabella Castiglioni (CNR – Istituto di Bioimmagini e Fisiologia Molecolare).

Fonte: Skira

Potrebbe interessarti:

“Dentro Caravaggio”, a Milano una mostra sul pittore dissidente inventore dello scatto istantaneo

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti