Musei, boom di ingressi per la prima domenica gratuita del 2018

Print Friendly, PDF & Email

Prosegue il successo della #domenicalmuseo, la promozione del ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo che prevede l’ingresso gratuito nei musei e nei luoghi della cultura statali ogni prima domenica del mese.

Dalla prima edizione del luglio 2014 sono stati circa 12 milioni i visitatori accolti dai musei statali, 3,5 milioni solo nello scorso anno. E anche in questa prima domenica gratuita del 2018 è stata registrata, sin dalle prime ore del mattino, una grande affluenza di visitatori nei musei e nei parchi archeologici statali e nei tanti musei civici che aderiscono alla promozione. 

Anno visitatori  

 

incassi

(€)

 

2013 38.424.587 126.417.467
2014 40.744.763 135.510.702
2015 43.288.366 155.494.415
2016 45.383.873 173.383.941
2017 50.103.996 193.631.308

Fonte: Mibact-Ufficio Statistica, 2018 – dati provvisori suscettibili di variazioni.

 “Il bilancio della riforma dei musei” – afferma il Ministro Franceschini – “è davvero eccezionale: dai 38 milioni del 2013 ai 50 milioni del 2017, i visitatori sono aumentati in quattro anni di circa 12 milioni (+31%) e gli incassi di circa 70 milioni di euro (+53%).

Risorse preziose che contribuiscono alla tutela del nostro patrimonio e che tornano regolarmente nelle casse dei musei attraverso un sistema che premia le migliori gestioni e garantisce le piccole realtà con un fondo di perequazione nazionale.

I musei e i siti archeologici italiani stanno vivendo un momento di rinnovata vitalità e al successo dei visitatori e degli incassi corrisponde una nuova centralità nella vita culturale nazionale, un rafforzamento della ricerca e della produzione scientifica e un ritrovato legame con le scuole e con i territori”.

Regione Visitatori

2016

Visitatori

2017

 

Variazione

%

 

Lazio 20.317.465 23.047.225 +13,44
Campania 7.936.314 8.782.715 +10,66
Toscana 6.388.991 7.042.018 +10,22
Piemonte 2.464.023 2.610.737 +5,95
Lombardia 1.830.495 1.850.605 +1,10
Friuli Venezia Giulia 1.199.379 1.384.097 +15,40
Veneto 1.058.015 1.092.235 +3,23
Emilia Romagna 1.028.124 1.057.365 +2,84
Puglia 627.100 749.260 +19,48
Sardegna 516.800 548.553 +6,14
Marche 519.241 496.988 -4,29
Calabria 491.323 487.264 -0,83
Liguria 203.262 255.958 +25,93
Basilicata 235.468 250.420 +6,35
Umbria 260.034 246.212 -5,32
Abruzzo 139.382 122.718 -11,96
Molise 76.253 79.626 +4,42

Fonte: Mibact-Ufficio Statistica, 2018 – dati provvisori suscettibili di variazioni.

Sul podio delle regioni con il maggior numero di visitatori il Lazio (23.047.225), la Campania (8.782.715), la Toscana (7.042.018); i tassi di crescita dei visitatori più elevati sono stati registrati in Liguria (+26%), Puglia  (+19,5%) e Friuli Venezia Giulia (15,4%).

Anche quest’anno i 5 luoghi della cultura statali più visitati d’Italia sono il Colosseo (oltre 7 milioni di visitatori), Pompei (3,4 milioni di visitatori), gli Uffizi (2,2 milioni di visitatori), la Galleria dell’Accademia di Firenze (1,6 milioni di visitatori) e Castel Sant’Angelo (1,1 milioni di visitatori). Nella Top 30 i tassi di crescita più sostenuti sono stati registrati da Palazzo Pitti (+23%) e da quattro siti campani: la Reggia di Caserta (+23%), Ercolano (+17%), il Museo archeologico di Napoli (+16%) e Paestum (+15%). A seguire i Musei reali di Torino (+15%) e il Castello di Miramare di Trieste (+14%). Importante infine segnalare la significativa crescita in classifica della Pinacoteca di Brera (+7 posizioni), di Palazzo Pitti (+5 posizioni) dei Musei reali di Torino (+4 posizioni) e l’ingresso in classifica, per la prima volta, di Villa Adriana e del Museo di Capodimonte.

Ecco i dai definitivi nei principali luoghi della cultura statali:

– 21.065 Parco archeologico del Colosseo,
– 7.837 Reggia di Caserta, 
– 7.799 Pompei,
– 7.300 Galleria degli Uffizi,
– 6.354 Museo Nazionale Romano,
– 6.174 Museo archeologico nazionale di Napoli,
– 5.622 Palazzo Pitti,
– 5.151 Giardino di Boboli,
– 4.736 Galleria dell’Accademia di Firenze,
– 4.477 Gallerie nazionali di arte antica di Roma,
– 4.145 Castel Sant’Angelo,
– 3.817 Pinacoteca di Brera,
– 3.419 Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma,
– 2.814  Musei reali di Torino,
– 2.477 Villa D’Este,
– 2.308 Palazzo Reale di Genova,
– 2.280 Museo di Capodimonte (e 3.961 nel Real Bosco),
– 2.070 gallerie dell’Accademia di Venezia, 
– 1.936 Cappelle Medicee,
– 1.922 Museo del Bargello,
– 1.904 Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria,
– 1.850 Castello di Miramare di Trieste, 
– 1.806  Galleria Borghese,
– 1.630 Palazzo Ducale di Mantova
– 1.479 Parco archeologico di Paestum
– 1.455 Parco archeologico di Ercolano,
– 1.444 Terme di Caracalla,
– 1.346 Villa Adriana,
– 1.227 Museo nazionale etrusco di Villa Giulia,
– 1.153 Parco archeologico di Ostia antica,
– 967 palazzo Ducale di Urbino,
– 728 galleria nazionale dell’Umbria, 
– 679 Complesso Monumentale della Pilotta di Parma,
– 660 Museo archeologico nazionale di Taranto,
– 604 Parco archeologico dell’Appia,
– 589 grotte di Catullo. 
– 266 Museo archeologico nazionale di Venezia.
Fonte: Ufficio Stampa Mibact

Potrebbe interessare:

Musei, boom di ingressi per la prima domenica gratuita del 2018
2018 in mostra: gli appuntamenti con l’arte di Arthemisia per il nuovo anno
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti