Dove sposarsi a Roma all’insegna del lusso

Print Friendly, PDF & Email

Vi sposate e volete rendere il vostro matrimonio indimenticabile? Roma è la città che fa per voi, pronta a farvi vivere un’emozione unica.

La ricca offerta di chiese vi permetterà di soddisfare ogni vostra necessità per celebrare il matrimonio con rito religioso, mentre se preferite un rito civile il Comune mette a disposizione quattro sale.

Rito religioso: le Chiese più scelte

E’ bene sapere, visto l’elevato numero di richieste e la maggior concentrazione in determinati periodi dell’anno, che i tempi di attesa possono essere anche molto lunghi. Pertanto è bene iniziare a orientarsi con largo anticipo.

Tra le Chiese più richieste troviamo:

  • Santa Francesca Romana, chiesa barocca all’interno del foro romano, 
  • Nereo e Achilleo, chiesa molto grande che si trova vicino alle Terme di Caracalla, 
  • San Giorgio in Velabro, chiesa dedicata a San Giorgio, si trova vicino alla Bocca della Verità, 

  • Dio Padre Misericordioso (Chiesa del Terzo Millennio), chiesa moderna progettata dall’architetto statunitense Richard Meier, 

  • San Giovanni a Porta Latina, 

  • Santa Maria in Cosmedin, chiesa dal rito greco ortodosso che si trova vicino la Bocca della Verità.

Rito civile: le sale dove sposarsi

Per chi desidera sposarsi con rito civile, la città eterna offre una serie di sale dove poter convolare a nozze.

Tutte attorniate dalle piazze e monumenti più suggestivi, che faranno da cornice alle vostre fotografie per rendere il “giorno più bello della vostra vita” ancor più speciale.

  • Sala Rossa, situata al piano terra del palazzo che ospita il Comune, il Campidoglio.

  • Complesso Vignola Mattei (ex Santa Maria in Tempulo), chiesa sconsacrata adibita alla celebrazione di matrimoni civili, a due passi dalle suggestive Terme di Caracalla.
  • Villa Lais, in Piazza Cagliero nel VII municipio. Per informazioni i cittadini possono rivolgersi telefonicamente all’ URP o all’Ufficio Anagrafico del Municipio.

  • La Sala Azzurra, ad Ostia in Piazza Regina Pacis che ha a disposizione degli sposi anche un grande giardino per le fotografie.

Tutte le sale adibite a matrimoni non sono visitabili tranne che durante le celebrazioni degli stessi. E il loro costo varia a seconda della residenza: residenti (almeno uno dei due coniugi) o residenti all’estero o in altro comune. Le somme dovute sono in relazione a un servizio pubblico a domanda individuale e non alla tipologia della sala.

Inoltre è bene sapere che da Ottobre 2015 in poi i matrimoni civili si possono celebrare anche presso location private. 

Per maggiori informazioni sui documenti da presentare e l’iter da seguire si consiglia di chiamare lo 06 06 06, o recarsi all’Ufficio Matrimoni di Roma Capitale in Via Petroselli, 50 Tel. 06 67103066.

Residenze di pregio per il ricevimento:

Per un si da milionari o una notte da sceicchi in stile da “Le mille e una notte”, Roma offre una serie di dimore extralusso da dare in affitto per soggiorni o ricevimenti privati.

E’ questa la nuova moda della città dove le ville dei nobili, tramandate di epoca in epoca sono arrivate ai giorni nostri cambiando parte della loro scenografia.

Diventando cioè alberghi extralusso, residenze d’élite per il fine settimana e, in alcuni casi, lo sfondo perfetto per matrimoni da favola.

Qui ve ne proponiamo quattro:

  • villa Spalletti Trivelli, situata nel cuore di Roma a una manciata di passi dal Quirinale. E’ classificata tra i 50 alberghi più belli del mondo e il prezzo è da capogiro, circa 20 mila euro per il weekend.
  • villa Giovanelli – Fogaccia, attuale dimora dei Principi Giovanelli. Si trova tra la via Aurelia e via Boccea ed è stata costruita dall’architetto Marcello Placentini agli inizi del Novecento e poi inaugurata dal re Vittorio Emanuele III.

Nel tempo si è consolidata come un’esclusiva location per matrimoni, convention e ricevimenti e oggi è gestita dalla Principessa Ginevra.

  • palazzo Ferrajoli, attualmente gestito dal marchese Giuseppe Ferrajoli. Si affacci su piazza Colonna e durante l’impero napoleonico fu dimora del cardinale Giuseppe Fesch, zio di Napoleone Bonaparte e ambasciatore di Francia a Roma.

Qui le cene e i pranzi di lusso si svolgono sul piano nobile, esaudendo tutte le richieste del cliente.

  • Castello di Tor Crescenza, affittato solo per matrimoni da sogno a un prezzo che parte da 7 mila euro. L’edificio si trova sulla Cassia e risale al XV secolo. E’ salito agli onori della cronaca per aver ospitato i ricevimenti di noti personaggi dello sport e dello spettacolo come Francesco Totti e Flavio Briatore.

 

Potrebbe interessare:

Sposarsi in masseria: una moda sempre più diffusa
Tra i castelli del Galles Settentrionale per una luna di miele suggestiva
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Copertina Atlante del cibo

A Torino nasce l’Atlante del Cibo

Torino presenta l’Atlante del Cibo: 37 mappe interattive per un sistema alimentare del territorio. Nasce a Torino una grande banca dati con 37 mappe interattive: l’Atlante del ...
Vai alla barra degli strumenti