Valletta 2018, il programma culturale tra tradizione e innovazione

Print Friendly, PDF & Email
Valletta 2018, il programma culturale tra tradizione e innovazione

Il 20 gennaio ha preso il via il programma culturale di Valletta, designata Capitale Europea della Cultura 2018. La capitale di Malta ha rivendicato con orgoglio la nomina ottenuta mostrando gli obiettivi e i lavori finanziati per quest’anno.


Si tratta di un’occasione ghiotta per Valletta di mostrare al resto del mondo la propria ricchezza e diversità culturale celebrandone le peculiarità ed esaltandone l’unicità.

Nuove opportunità di festa, socializzazione e consapevolezza per i maltesi e i visitatori provenienti da ogni parte del mondo hanno visto la luce grazie all’opportunità per Valletta di essere Capitale Europea della Cultura 2018.

Il programma di Valletta 2018 si basa su un investimento diretto di 10 milioni di euro nel settore culturale. Al centro del programma ci sono diversi progetti infrastrutturali progettati per evolversi ed espandersi ben oltre il 2018. Tra questi ci sono MUŻA, il Valletta Design Cluster, Is-Suq tal-Belt e Strait Street.

Ottenere il titolo di Capitale Europea della Cultura offre la possibilità di finanziare importanti lavori architettonici a favore della città, oltre che a sostegno dell’organizzazione di moltissimi eventi ed attività culturali. “Un’opportunità che Valletta ha saputo cogliere con entusiasmo e forte determinazione – sottolinenano dal Malta Tourism Authority, l’Ente nazionale per il Turismo di Malta – Sono stati tanti i lavori urbanistici intrapresi che ne hanno rinnovato l’aspetto generale, pur mantenendone l’eleganza, la storicità e la monumentalità riconosciuta da sempre”.

Info: Malta Tourism Authority

Potrebbe interessarti: 

Valletta Capitale Europea della Cultura 2018

VALLETTA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2018, TUTTO PRONTO NELLA CITTÀ MALTESE

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti