Boom di visitatori al Palazzo Museo di Milano

Print Friendly, PDF & Email

Milano. Si chiude con oltre 6mila visitatori il bilancio 2017 di Palazzo Museo, l’iniziativa che consente di visitare gratuitamente (su prenotazione) le sale e gli spazi della ‘Casa dei milanesi’.


Il dato rappresenta un vero successo, considerati i numeri degli ultimi anni.

Nel 2014 i visitatori su prenotazione sono stati 3.343; nel 2015 – anno di Expo – sono stati 5.463 (il dato è riferito alle visite con prenotazione; nei mesi dell’Esposizione era possibile accedere a Palazzo Marino anche nella modalità ‘smart’ che ha fatto registrare altri 6.600 ingressi); nel 2016 le visite prenotate si sono attestate a quota 4.783.

Nel 2017, superando le 6mila presenze, si segna quindi il primato assoluto.

Il visitatore tipo è lo studente: nel 2017 oltre 2mila ragazzi si sono recati in gita a Palazzo Marino con la propria classe di scuola secondaria. Altri 763 provengono dalla scuola primaria e 182 dalle università per giovani e per adulti.

A guidare i ragazzi, così come i gruppi provenienti da associazioni, dai Centri per anziani, dai Cam o dalle Biblioteche, il personale qualificato del Comune.

Tra i visitatori anche 45 persone appartenenti a delegazioni straniere.

Il ‘viaggio’ dentro Palazzo Marino inizia dalla Sala delle Tempere, che conserva quattro grandi tele seicentesche provenienti da Villa Litta Modignani con scene di vita dei santi Pietro e Paolo, opera di un ignoto pittore forse romano.

Si passa poi alla Sala degli Arazzi, dove sono affisse tre rappresentazioni tratte dalla vita di Marco Aurelio.

La Sala della Trinità, che in origine doveva essere l’antico oratorio, presenta alle pareti affreschi strappati provenienti dalla chiesa di San Vito in Pasquirolo, attribuiti all’opera di Giovan Mauro della Rovere, detto il Fiammenghino.

I visitatori possono poi accedere ad altri spazi come la Sala dell’Urbanistica, la Sala Gialla e la stessa sala del Consiglio Comunale. Il percorso si conclude visitando il cortile d’onore e il loggiato. 

 

Fonte: Ufficio Stampa Comune Milano

Potrebbe interessare:

Il Museo della Storia di Bologna dedica un’intera sala a Giorgio Morandi
Musei Vaticani e il percorso inedito
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti