Brescia ospita la mostra “TIZIANO e la pittura del Cinquecento tra Venezia e Brescia”

Print Friendly, PDF & Email

Brescia. Dal prossimo 21 marzo fino al 1 luglio il Museo di Santa Giulia ospita la mostra “TIZIANO e la pittura del Cinquecento tra Venezia e Brescia”.


Al centro del progetto espositivo le imprese bresciane del grande pittore veneto: il polittico realizzato per il vescovo Altobello Averoldi tra il 1520 e il 1522 nella collegiata dei Santi Nazaro e Celso, e le tre tele con le Allegorie di Brescia, realizzate molti anni dopo, negli anni sessanta del Cinquecento, per il salone della Loggia, andate poi distrutte durante l’incendio del 1575.

Alla mostra è strettamente collegata la riapertura della Pinacoteca Tosio Martinengo, finalmente nella sua sede storica di Piazza Moretto, dopo 9 anni di chiusura, nelle cui collezioni sono presenti alcuni straordinari esempi della cultura artistica di Brescia e Venezia nel Cinquecento.

La connessione tra i due eventi è resa ancor più significativa dalla scelta di istituire un unico biglietto di ingresso per la visita della mostra, della Pinacoteca e del Museo Diocesano dal 21 marzo al 1 luglio 2018. Il progetto è inoltre completato da un articolato itinerario di visita che comprende la Collegiata dei Santi Nazaro e Celso (dove è tutt’ora conservato il Polittico Averoldi), il santuario di Sant’Angela Merici e numerose altre chiese a Brescia e nel territorio della provincia.

Divisa in 6 sezioni, in un allestimento curato dallo studio degli architetti Giovanni Tortelli e Roberto Frassoni, la mostra consentirà di ripercorrere l’influenza di Tiziano sugli sviluppi della pittura bresciana e di scoprire in che misura il suo arrivo in città provocò reazioni a catena negli esponenti più ricettivi dell’arte locale che non poterono fare a meno di confrontarsi con il grande maestro.

Per rendere chiaro e lineare questo percorso il curatore della mostra, Francesco Frangi, con il supporto di un prestigioso comitato scientifico, ha selezionato oltre cinquanta capolavori, provenienti da importanti istituzioni museali, italiane e internazionali, come la Pinacoteca di Brera, il Museo Poldi Pezzoli e le Civiche Raccolte d’Arte del Castello Sforzesco di Milano, i Musei Capitolini di Roma, la Galleria Palatina di palazzo Pitti di Firenze, l’Accademia Carrara di Bergamo, il Museo di Palazzo Bianco e di Palazzo Rosso di Genova, le Gallerie dell’Accademia di Venezia, la Pinacoteca Ala Ponzone di Cremona, la Galleria Sabauda di Torino, il Museo del Prado di Madrid, il Museo Liechtenstein, The Princely Collection e il Kunsthistorisches Museum di Vienna, il Museo di Belle Arti di Budapest, il Museo Puškin di Mosca, la National Gallery di Washington.

Informazioni

Tiziano e la pittura del Cinquecento tra Venezia e Brescia

Brescia, Museo di Santa Giulia
Via Musei 81/b

Orari dal 21 marzo al 15 giugno

mart. – merc. – ven. – sab. – dom. dalle h. 9.00 alle h.18.00

giov. dalle h. 9.00 alle h. 22.00

Orari dal 16 giugno al 1 luglio

mart. – merc. – ven. – sab. – dom. dalle h. 10.30 alle h.19.00

giov. dalle h. 10.30 alle h. 22.00

 

Biglietti:

Intero 13 euro

Ridotto 10 euro

Sito: mostratizianobrescia.it

Fonte: Civita

Potrebbe interessarti:

2018 in mostra: gli appuntamenti con l’arte di Arthemisia per il nuovo anno
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Cycling in Emilia Romagna

Sia che si tratti di brevi escursioni che di vacanze più lunghe, da Piacenza fino a Rimini l’intero territorio regionale – fatto di pianure, dolci ...
Vai alla barra degli strumenti