Caso Secondary Ticketing, Codacons si costituisce parte civile

Print Friendly, PDF & Email

Esprime soddisfazione il Codacons per gli sviluppi del procedimento contro il fenomeno del secondary ticketing, vicenda giudiziaria che trae origine proprio da un esposto del Codacons presentato alla Procura di Milano.


“Il procedimento in corso a Milano e la richiesta di rinvio a giudizio per 9 indagati nasce proprio da una denuncia del Codacons che aveva rilevato gravi anomalie nella vendita di biglietti per concerti ed eventi, biglietti che sparivano in pochi secondi dai siti di vendita ufficiale per ricomparire a prezzi maggiorati su quelli secondari”– spiega il presidente Carlo Rienzi.

“Anche l’Antitrust, a seguito di nostra denuncia, ha rilevato irregolarità elevando una multa da 1,7 milioni di euro agli operatori del settore”.

“Ora il Codacons, in caso di processo, si costituirà parte civile in rappresentanza della collettività danneggiata e chiederà un mega-risarcimento ai responsabili di illeciti” – prosegue Rienzi – “L’associazione offre inoltre assistenza a tutti coloro che hanno acquistato biglietti a prezzi maggiorati sui siti di secondary ticketing, e che potranno costituirsi nel processo per chiedere il risarcimento dei danni economici subiti”.

 

Fonte: Codacons

Potrebbe interessare:

Concerti, acquisto online dei biglietti: arriva Ticketmaster e una nuova app anti- secondary ticketing
Secondary Ticketing: Codacons contro decisione tribunale di Roma
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti