Isole Azzorre, una vacanza alternativa per ogni periodo dell’anno

Print Friendly, PDF & Email

Che sia una settimana in estate o un soggiorno durante i ponti di primavera o durante le feste natalizie, le Isole Azzorre, nell’Oceano Atlantico, sono una destinazione adatta ad ogni periodo dell’anno grazie alle temperature costantemente miti.


Le Isole Azzorre, collegate politicamente al Portogallo, sono un arcipelago composto da nove isole vulcaniche ripartite in tre gruppi geografici: centrale (Graciosa, Terceira, San Jorge, Pico), Occidentale (Flores, Corvo) e Orientale (Santa Maria e San Miiguel, quest’ultima la più importante delle nove).

L’arcipelago situato nel cuore dell’Oceano Atlantico (le isole sono equidistanti dalle coste del Portogallo e da quelle canadesi di Terranova) rappresenta una destinazione per i viaggiatori che non sono alla ricerca di una meta convenzionale. La bellezza delle Isole Azzorre infatti sta soprattutto nei paesaggi e nell’atmosfera incontaminata che questi luoghi offrono ai visitatori e che ancora non è stata coinvolta pienamente dal turismo di massa.

Pur essendo un complesso di isole in mezzo all’oceano, non sono le spiagge la principale caratteristica che rendono uniche le Azzorre. Le spiagge dove rilassarsi per fare un bagno o prendere il sole non mancano ma non sono tantissime. Chi si reca qui lo fa soprattutto per apprezzare le cime vulcaniche, le foreste e la fioritura di piante come le ortensie in determinati periodi dell’anno.

Cosa fare: Le isole Azzorre offrono un ampio ventaglio di attività. Camminando per le isole ci si può imbattere in spettacoli naturali e viste mozzafiato.
Le Azzorre permettono anche diverse attività acquatiche come il Whale-Whatching grazie alle particolari condizioni climatiche e delle acque dell’arcipelago.
Ma l’attività principale in queste terre è senza dubbio il trekking e le passeggiate a cavallo o in bici lungo i sentieri e i laghi bucolici di origine vulcanica dell’entroterra che regalano panorami spettacolari sulla costa.

Se non si ha molto tempo a disposizione durante la vacanza, l’isola migliore da visitare è quella di San Miguel, la più grande e più frequentata dai turisti, che sintetizza le caratteristiche di tutto l’arcipelago: foreste verdi e lussureggianti, suggestivi laghi e sorgenti termali tutte da scoprire.

Quando andare: il clima qui non è mai torrido ma neanche troppo freddo. Le temperature miti per tutto l’anno consentono di organizzare un viaggio nelle Isole Azzorre in qualsiasi momento. In particolare, tra aprile e ottobre è il periodo migliore per recarsi nell’arcipelago quando le giornate piovose si riducono al minimo potendo così godere dei paesaggi di queste terre in tutto il loro splendore.

Come arrivare: Dall’Italia si possono raggiungere le Azzorre tramite voli giornalieri che collegano le isole al continente facendo scalo a Lisbona o Porto. Ogni isola dispone di un aeroporto e le isole di Pico, Faial e São Jorge sono collegate tra loro giornalmente mentre São Jorge e Terceira 2 volte a settimana.
Da quest’anno, inoltre, Tap Air Portugal ha introdotto due nuove tratte che collegano direttamente l’Italia al Portogallo:  dal 25 marzo la città di Porto si può raggiungere dall’aeroporto di Milano Malpensa grazie a due voli giornalieri mentre dal 10 giugno è attivo il nuovo collegamento Firenze-Lisbona.

Info: www.portogallo.info

Potrebbe interessarti:

IL PORTOGALLO MIGLIORE DESTINAZIONE AI WORLD TRAVEL AWARDS

I 10 LUOGHI PIÙ BELLI DEL PORTOGALLO

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti