Assaporando le delizie della cucina catalana

Print Friendly, PDF & Email
Escudella i calçots: delizie della cucina catalana

El bon aliment fa tornar jove a la gent! 

Il buon cibo rende giovani le persone, dice questo modo di dire catalano.

Non può che essere così con i piatti così buoni che preparano i catalani. Una cucina tradizionale, saporita e anche molto sana. Se volete sapere come il cibo può far ringiovanire, ecco cinque delle specialità della cucina catalana per scoprirlo!

Insalata xató

L‘insalata catalana più tipica. È molto facile da preparare, e per farlo vengono utilizati tre dei must della cucina tradizionale: cicoria, baccalà e salsa xató. La chiave? La salsa, di un’ottimo sapore, fatta con nocciole e mandorle tostate, ñora (un tipo di peperoncino locale secco), aglio, olio, aceto, sale e briciole di pane.

Aggiungete delle alici e un po’ di olive e il piatto sarà pronto. Con la xatonada scoprirete un modo stupendo e niente noioso di mangiare l’insalata! 

Insalata Xató (piatto tipico della cucina catalana)

© www.entrandoenlacocina.com

Escalivada

È una delle specialità più tradizionali della gastronomia catalana. Si tratta di un antipasto leggero, buono e molto sano: è a base di verdure grigliate, principalmente melanzana, peperone, cipolla e pomodoro. Spesso viene anche utilizzata per preparare la coca de recapte (una sorta di “pizzetta catalana”, a base di pane e le verdure dell’escalivada).

Per preparare l’escalivada, prima dovete preriscaldare il forno a 170º durante un’ora e lavare le verdure. Levate le bucce della cipolla e degli agli (utilizzati per rendere il tutto più saporito). Mettete tutte le verdure tranne i pomodori nella teglia da forno, tranne i pomodori, versate un po’ di olio e mettetele in forno. Grigliate le verdure finché saranno quasi pronte, poi aggiungete i pomodori e lasciateli insieme alle altre per altri 30 minuti. 

Quando tutte le verdure saranno tenere, levatele dal forno e farle raffreddare. Levate le bucce (anche i semi del peperone) e tagliatele. Ora le potete impiattare, insieme agli agli tagliati, condire e, se lo desiderate, aggiungere delle alici e un po’ di aceto.  

Escudella amb galets i carn d’olla

Un piatto squisito e sostanzioso che soddisfarà tutti i palati, anche quelli dei mangiatori più voraci. Potremmo considerarla una zuppa molto consistente, che viene preparata con i galets (una sorta di conchiglioni grandi, molto tipici qui) ed un brodo molto saporito, fatto con verdure e carne (manzo, maiale e pollo, c’è chi aggiunge l’agnello). La scelta dei tipi di carne cambia a seconda dei gusti di ogni famiglia

Al momento di gustarla, alcuni preferiscono prendere prima la zuppa, soltanto con i galets, per poi mangiare (o no) la carne e le verdure separatamente. C’è chi mangia l’escudella vera e propria, quella completa e chi, come dice la tradizione, aggiunge i ceci. Scegliete voi come volete prenderla!

Ci vuole un po’ di tempo per prepararla. La sera prima, lasciate un ammollo i ceci. Il giorno stesso, per preparare il brodo, pulite e fate bollire tutte le ossa di manzo, maiale e pollo. Quando comincia a bollire, mettete dentro i ceci e fate cuocere il tutto durante due ore. Aggiungete il lardo. 

Intanto dovete preparare la pilota (ovvero le palline di carne macinata, fatte con la carne, aglio grattugiato, prezzemolo, sale, uova e le briciole di pane). Fate le palline e infarinatele. Quando saranno passate le due ore di cottura del bollito, aggiungete le verdure pulite e tagliate (patate, carote, porro e cavolo), la butifarra (una sorta di salsiccia catalana) e la pilota. Appena pronto, levate la carne e il lardo della pentola e aggiungete i galets. Fateli bollire e serviteli, prima l’escudella e poi la carne che avete levato in precedenza (o tutto insieme!).

Escudella (piatto tipico della cucina catalana)

© www.cocinillas.es

Calçots

Il must della gastronomia catalana. Sono un tipo di cipolle che vengono preparate alla griglia e mangiate con romesco, una squisita salsa catalana fatta a base di pomodori, ñore (i peperoncini rossi che vengono utilizzati per fare il xató) e mandorle e nocciole tostate.

Basta mettere alla griglia i calçots e preparare la salsa. Per farla, arrostite i pomodori con un po’ di aglio e levategli la pelle. Poi dovete tritarli insieme al pane, la frutta secca e i peperoncini secchi (senza semi). Aggiungete olio, aceto, sale e pepe ed è pronta! Questa salsa è anche usata come accompagnamento a carni o altre verdure alla brace.

Per mangiare i calçots, dovrete levarli della parte esterna (viene bruciata nel prepararli) e inzupparli nella salsa. Vi leccherete i baffi!

Crema catalana

Il classico dei dolci catalani. Delicata e tradizionale, la crema catalana è una buonissima crema che spesso scambiata per la creme brulè. Per prepararla ci vuole meno di mezz’ora, e bastano il latte, lo zucchero, un limone, un po’ di cannella in stecca, dei tuorli e la maizena. Le quantità variano a seconda del numero di persone, ma gli ingredienti sono solo questi.

Quando è pronta, dovete dividerla in piccoli vassoi (quello che vedete nella foto è il vassoio tipico utilizzato in Catalogna per mangiare la crema catalana). Fateli raffreddare prima di metterla in frigo (per un paio d’ore). Al servirla, cospargete sopra con lo zucchero di canna e farlo caramellare (lo potete fare utilizzando l’attrezzo di cucina apposito oppure mettendo i vassoi sotto il grill).

Crema catalana (piatto tipico della cucina catalana)

© www.conmuchagula.com

Bon profit!

(Buon appetito!)

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti