Roma, prorogata la mostra “Voglia d’Italia. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano”

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Inaugurata lo scorso dicembre la mostra Voglia d’Italia. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano è stata prorogata fino l’8 aprile.


L’evento espositivo, frutto di un progetto complesso e ambizioso, nell’ambito del programma di valorizzazione dei propri musei e luoghi di cultura portato avanti dal Polo Museale del Lazio, sottolinea l’attenzione dedicata in particolare a Palazzo Venezia e al Vittoriano, tornati ormai protagonisti della vita culturale della capitale e nel cuore del grande pubblico.

Il visitatore può usufruire di un biglietto unico per le due sedi, che gli consente anche di  accedere alla spettacolare terrazza panoramica del Vittoriano.

Curata dallo storico dell’arte Emanuele Pellegrini, professore all’IMT – School for Advanced Studies Lucca, la mostra si avvale di un comitato scientifico di alto profilo, del quale fanno parte Francesca Baldry, Roberto Balzani, Flavio Fergonzi, Annamaria Giusti, Donata Levi e Carl Brandon Strehlke.

La mostra presenta al pubblico, per la prima volta in modo organico, la raccolta vasta e sorprendente che i coniugi statunitensi George Washington Wurts ed Henrietta Tower misero insieme a cavallo fra XIX e XX secolo e donarono poi allo Stato italiano, per l’esattezza al museo di Palazzo Venezia, dove tuttora è conservata. Alla base della mostra vi è comunque anche l’idea di restituire il contesto della raccolta Wurts, ovvero quella particolare forma di collezionismo che tra Ottocento e Novecento si legò così intimamente all’Italia, fino a concretizzarsi spesso nella donazione allo Stato di singole opere o di intere raccolte.

Fonte: Civita

Potrebbe interessarti:

A Roma la mostra: ‘VOGLIA D’ITALIA Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano’

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti