A Torino il Museo Egizio e Camera ospitano #EnjoyEternity di Sharon Ritossa

Print Friendly, PDF & Email

Torino. Dal 31 gennaio fino al 26 febbraio il Museo Egizio e CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia presentano la mostra #EnjoyEternity: progetto fotografico dell’artista Sharon Ritossa, vincitrice del bando Hangar Creatività.


#EnjoyEternity è una mostra condivisa in due luoghi della città che si aprono gratuitamente al pubblico: la project room di Camera e l’entrata del Museo Egizio. L’antico Egitto incontra gli smartphone e si riscopre attraverso la lente degli schermi moderni. Scatti rubati, cromie televisive e mummie dell’era tecnologica ripropongono la collezione del Museo Egizio in un’ottica inedita e contemporanea..

La mostra inaugura mercoledì 31 gennaio, in contemporanea dalle ore 17 alle 19.30 a CAMERA – via delle Rosine 18 – e presso il Museo Egizio di Torino – via Accademia delle Scienze 6, e attraverso un inedito punto di vista e uno sguardo contemporaneo, invita i visitatori alla riscoperta della collezione del Museo Egizio.

Uno degli scopi di Hangar Creatività era di coinvolgere i grandi enti culturali in una operazione di scouting e affiancamento dei giovani talenti del territorio – spiega Matteo Negrin, direttore della Fondazione Piemonte dal Vivo – Inaugurare questa mostra in uno dei più importanti musei che il Piemonte può vantare in Italia e all’estero, e parallelamente in uno spazio innovativo come quello di CAMERA, ci conforta riguardo alla felicità dell’intuizione e alla bontà dei lavoro svolto a sostegno di progetti dal grande potenziale artistico”.

Il progetto fotografico di #EnjoyEternity si articola in tre sezioni e racconta una nuova esperienza del guardare, che oggi passa soprattutto attraverso il filtro dello schermo.

Le imponenti sfingi risalenti al Nuovo Regno si scompongono e ricompongono in centinaia di immagini scattate con uno smartphone, testimoniando il bisogno dei visitatori di immortalare i reperti per conservarne un dettaglio: passato e presente si guardano, in un tempo contemporaneo che ha trasformato la storia in un mosaico di frammenti e scatti.

Tema principale della seconda sezione è il colore, declinato nella scala RGB (Red, Green, Blue) dello schermo, che riporta il passato ai suoi antichi splendori con cromie contemporanee e lo espone su lunghi rotoli di carta stampata, moderni e variopinti papiri.

In chiusura, l’immagine di un corpo femminile avvolto in un filo che emana luce: una mummia dell’era tecnologica, forse un corpo donato alla sua stessa autocelebrazione. Una scelta che, nei colori e nel materiale, porta il visitatore a riflettere ancora una volta sul rapporto tra tecnologia e immagini, in uno spazio che è fuori dallo schermo, ma non necessariamente nella realtà.

Un progetto in due tappe che ricrea una sorta di percorso attraverso Torino e instaura un dialogo tra un’istituzione custode di un passato lontano come il Museo e la più recente CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia.

Siamo felici di ospitare il progetto di Sharon Ritossa e Viriginia Cimino nella Project Room di CAMERA, lo spazio del nostro Centro all’interno del quale sviluppiamo iniziative che diano spazio a collaborazioni con le principali istituzioni del territorio e, assieme, consentano di creare occasioni di visibilità per giovani talenti” – commenta Walter Guadagnini, direttore di CAMERA.

Un dialogo tra passato e presente che alimenta e sostiene l’intera mostra e che si riflette negli spazi espositivi: CAMERA si trasforma nella sede custode di un tempio immaginario, simbolo del passaggio dell’essere umano, al Museo Egizio, invece, gli amuleti e i preziosi reperti si ripetono e si evolvono in grandi immagini colorate e seducenti, diventando sfondi e scenografie ideali per realizzare moderni ritratti e selfie.

Siamo lieti che una giovane e talentuosa fotografa come Sharon Ritossa sia rimasta colpita dalla collezione del Museo Egizio e che l’abbia scelta per reinterpretarne alcuni reperti in chiave contemporanea – afferma il Direttore del Museo Egizio Christian Greco – La cultura  materiale al centro del progetto diventa così un elemento di ispirazione per l’artista, che propone una rilettura attraverso gli occhi delle nuove generazioni”.

Credits

Curatrice e coordinatrice delle riprese fotografiche: Virginia Cimino

Informazioni

#EnjoyEternity di Sharon Ritossa

31 gennaio / 26 febbraio 2018

MUSEO EGIZIO – Via Accademia delle Scienze 6 Torino

CAMERA – Via delle Rosine 18 Torino

Sedi e orari mostra:

Museo Egizio – Via Accademia delle Scienze 6, Torino

Lun: 09.00/14.00 | Mar-Dom: 09.00/18.30

CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia – Via delle Rosine 18, Torino

Lun: 14.00/19.00 | Mar: chiuso | Mer: 11.00/19.00 | Gio: 11.00/21.00 | Ven-Dom: 11.00/19.00

Fonte: Museo Egizio di Torino

Potrebbe interessarti:

Il Museo Egizio di Torino alla conquista della Cina
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti