22 marzo, giornata mondiale contro il razzismo

Print Friendly, PDF & Email

Milano. Un incontro per aiutare i docenti a creare a scuola anticorpi alla xenofobia. Lo organizza oggi, 21 marzo, giornata mondiale contro il razzismo, l’associazione ‘Il Razzismo è una brutta storia’, presso la libreria Feltrinelli di Piazza Piemonte a Milano.


L’appuntamento ha l’obiettivo di analizzare gli strumenti per affrontare disuguaglianze e segregazione nel mondo della scuola.

A parlarne saranno Davide Tamagnini, insegnante e autore di ‘Si può fare. La scuola come ce la insegnano i bambini’, Carlo Marconi, insegnante e autore insieme alla sua classe del libro ‘Lo Stato siamo Noi’ e ‘Di qua e di là dal mare. Filastrocche migranti’, e le insegnanti della rete 20 maggio, ‘Insieme Senza Muri’.

L’incontro è organizzato nell’ambito del progetto regionale “PRE.Ce.DO” per il superamento delle discriminazioni etniche e razziali, di cui l’associazione’il razzismo è una brutta storia’ è partner per il Comune di Milano insieme ad Arci Milano e Cooperativa Amelinc ONLUS.

‘Il Razzismo è una brutta storia’ è l’associazione promossa dal Gruppo Feltrinelli, nata il 21 marzo 2011 per contrastare il razzismo con gli strumenti della cultura. Lavora insieme a bambine e bambini, ragazze e ragazzi, associazioni, scuole, carceri e biblioteche per decostruire gli stereotipi e affrontare le paure alla base di tutte le discriminazioni.

Oggi è la Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Discriminazione Razziale, istituita dalle Nazioni Unite nel 1966 in memoria del massacro di Sharpeville del 21 marzo 1960, quando sessantanove manifestanti neri furono uccisi da trecento poliziotti bianchi durante la marcia pacifica di disobbedienza alle leggi razziste dell’apartheid, che vietavano l’accesso ai neri in intere aree della città.

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

Da oggi arriva “EUREKA! in biblioteca: il bello della scienza a portata di mano”

Il ritorno di Banksy a New York
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti