A Tortola la super maratona tra i panorami delle Isole Vergini

Print Friendly, PDF & Email

Manca poco alla KPMG Tortola Torture, l’ultra maratona che si terrà sabato 14 aprile sull’isola di Tortola, alle Isole Vergini Britanniche.


Con i suoi 54 km totali di percorso, oltre 3,6 chilometri di salite e discese e pendii fino al 30 gradi, si tratta dell’evento sportivo più estremo che luogo alle BVI ma anche del più lodevole: per ogni iscrizione, saranno devoluti $10 a favore di Help for Children BVI.

La KPMG Tortola Torture non è una maratona come le altre: la competizione si sviluppa su percorsi che si snodano lungo tutta l’isola, offrendo ai partecipanti l’incredibile opportunità di correre circondati da panorami mozzafiato, rigogliose foreste e bellissime spiagge. Infatti, solo il 22% del percorso è su terreno pianeggiante.

Una gara davvero impegnativa e faticosa, come si può intuire dal nome: sono stati infatti i partecipanti delle scorse edizioni a definirla “una vera tortura” per via delle alte temperature, dell’umidità e delle salite che i maratoneti devono affrontare durante il percorso. Nonostante la sua difficoltà, molti atleti la descrivono come la competizione più entusiasmante a cui abbiano mai partecipato.

La competizione principale partirà alle 5 del mattino dal Tortola Sports Club, a Road Town, ma è stata programmata un’ulteriore partenza allo scoccare della mezzanotte del 14 aprile dedicata a coloro che vorranno approfittare del refrigerio offerto dalle ore notturne. Il 13 aprile, la sera precedente l’inizio della maratona, gli atleti potranno raggiungere Nanny Cay per partecipare al race briefing, seguito da un Pasta Party per fare il pieno di carboidrati.

La maratona toccherà i luoghi più significativi dell’isola, dalle bellissime baie di Smugglers Cove e Apple Bay a Long Bay, la spiaggia più lunga di tutto arcipelago. La competizione prevede anche la salita sull’iconico Sage Mountain, il punto più alto del percorso, proseguendo lungo i rilievi dell’isola fino a raggiungere il punto di arrivo, situato nella baia di Trellis Bay, a Beef Island.

I maratoneti saranno più impegnati a completare il percorso che ad ammirare gli spettacolari paesaggi circostanti, ma potranno approfittare delle soste e dei momenti di relax per osservare l’arcipelago delle BVI dall’alto dei tracciati montuosi previsti dal percorso. E dopo aver faticato tanto, non c’è niente di meglio che una rinvigorente nuotata nelle splendide acque caraibiche!

L’iscrizione è aperta a partecipanti individuali e a team di due e tre persone che gareggiano in staffetta. La quota d’iscrizione comprende maglietta, medaglia da finisher, rinfresco a fine gara, acqua distribuita in sei punti di sosta, Pasta Party pre-gara e altri benefit.

Nella quota d’iscrizione è inclusa una donazione di $10 a favore di Help for Children BVI (HFCBVI), il nuovo ramo della fondazione benefica internazionale Help For Children (HFC) la cui missione è prevenire i maltrattamenti e offrire sostegno ai minori vittime di abusi.

 

Tutti i dettagli della competizione, tra cui le informazioni sul percorso, sono disponibili al sito dedicato tortolatorture.com

Potrebbe interessare:

Le Seychelles tutto l’anno con BritishAirways
Un viaggio in Belize, dove la barriera corallina è patrimonio dell’umanità

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti