La cucina campana tra dolce e salato

Print Friendly, PDF & Email

La Campania è una tra le regioni italiane che può vantare un vastissimo patrimonio culinario. Una cucina fatta con ingredienti semplici che ha risentito delle influenze spagnole e francesi.

Ed è proprio l’essere stata un crocevia di popoli e culture del mediterraneo che ha reso questa parte del Belpaese un territorio unico al mondo dal punto di vista agroalimentare.

Uno dei piatti campani più celebri al mondo è sicuramente la pizza che deve il suo nome alla regina Margherita di Savoia, viene preparata con ingredienti semplici (pomodoro, mozzarella e basilico) anche se la sua realizzazione è tutt’altro che semplice!

Se siete amanti del buon cibo, potete organizzare un tour gastronomico in questa ricca regione, oppure cimentarvi con alcune delle ricette che TgTourism ha selezionato per voi.

Pennoni alla Genovese

Ingredienti

  • CIPOLLA 
  • SEDANO 1 costa
  • CAROTA 2
  • CARNE DI BOVINO 500 gr
  • POMODORINI 2 
  • PENNONI 400 gr
  • OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA q.b. 
  • ALLORO q.b.
  • PARMIGIANO GRATTUGIATO 30 gr 
  • PECORINO 20 gr 
  • VINO BIANCO 1 bicchiere

Lavate il sedano e la carota, tritateli a pezzetti insieme a una mezza cipolla. Versate in un tegame l’olio, aggiungete il trito di sedano, carota e cipolla E fate rosolare per qualche minuto. Aggiungete la carne, fatela cuocere in modo omogeneo e poi sfumate con il vino.

Tritate finemente le cipolle, aggiungetele alla carne, poi aggiungete i pomodorini e l’acqua. Fate cuocere con il coperchio per quasi 2 ore e mescolate di tanto in tanto con il mestolo. Ultimate la cottura quando la carne sarà molto morbida, a tal punto da sfilacciarsi, e la cipolla avrà assunto un colore marroncino ed una consistenza simile ad una marmellata. A quel punto, togliete la carne e mettetela da parte al caldo.

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e versatela nel tegame con il sugo alla genovese. Aggiungete il mix di parmigiano e pecorino, mantecate la pasta alla genovese e servitela con una spolverata di pepe e parmigiano.

 

Gnocchi alla Sorrentina

Ingredienti

PER GLI GNOCCHI DI PATATE

  • FARINA TIPO 00 300g
  • PATATE 1kg 
  • UOVA 1
  • SALE MARINO q.b

PER ULTIMARE LA PREPARAZIONE

  • SALSA DI POMODORO q.b.
  • FIOR DI LATTE 300g 
  • PARMIGIANO GRATTUGIATO q.b.
  • BASILICO q.b.

Prendete il fiordilatte e tagliatelo in tanti piccoli cubetti. Inserite un una pentola tutti gli ingredienti per un sugo di pomodoro classico e cuocetelo.

Preparate gli gnocchi e cuoceteli in acqua salata scolandoli  quando saliranno in superficie. Adagiate in un tegamino prima il sugo di pomodoro, poi gli gnocchi ed infine altro sugo e i pezzetti di fiordilatte.

Aggiungete una spolverata di parmigiano e fateli gratinare nel forno a una temperatura di 200 gradi per 5 minuti in modalità grill. Togliete il tegamino dal forno, ultimate la ricetta adagiando due foglie di basilico sugli gnocchi e serviteli ben caldi.

Sartù di riso

Ingredienti

  • PASSATA DI POMODORO 1 lt
  • SALSICCE 4
  • RISO 400 gr
  • PROSCIUTTO COTTO 50 gr 
  • PISELLI 200 gr 
  • UOVA 4 
  • BRODO VEGETALE 1 lt 
  • PARMIGIANO GRATTUGIATO 150 gr
  • FIOR DI LATTE 150 gr 
  • PANGRATTATO q.b. 
  • CIPOLLA 1 e 1/2
  • VINO BIANCO 1/2 bicchiere 
  • BURRO q.b.
  • FUNGHI SECCHI 20 gr

 

PER LE POLPETTINE

  • CARNE TRITA DI MANZO 200 gr
  • MOLLICA DI PANE 80 gr
  • UOVA 1 
  • PARMIGIANO GRATTUGIATO 40 gr
  • SALE q.b.
  • PEPE NERO q.b.
  • LATTE q.b. 

Per preparare il sartù di riso cominciate dalle polpettine: in una ciotola mettete in ammollo la mollica di pane nel latte. In un recipiente a parte versate la carne macinata, aggiungete sale e pepe, l’uovo e la mollica di pane bagnata nel latte.

Amalgamate per bene gli ingredienti, incorporando il parmigiano grattugiato e formate le polpettine. Mettete a scaldare l’olio in una padella e friggete le polpettine, una volta cotte riponetele su di un piatto ricoperto da carta assorbente.

Procedete con la preparazione del ragù: in una pentola fate soffriggere 1/2 cipolla con un filo d’olio e poi aggiungete le salsicce.  Sfumate con il vino bianco e poi versate la passata di pomodoro e aggiungete un pizzico di sale. Fate cuocere per almeno 1 ora.

Nel frattempo, in una padella con un filo d’olio fate imbiondire 1/2 cipolla tagliata a pezzetti e aggiungete i piselli, il prosciutto cotto e i funghi secchi e fate cuocere per circa 20 minuti.

A questo punto potete cominciare a cuocere il riso: in una pentola versate l’olio, aggiungete 1/2 cipolla tritata finemente e lasciate soffriggere per qualche minuto, dopodiché versate il riso e fatelo tostare, sfumate con il vino bianco e poi aggiungete il brodo vegetale fino a ricoprire il riso. Aggiungete metà del ragù di carne e fate cuocere il riso, aggiungendo man mano il brodo, fino ad ottenere una cottura al dente. A fuoco spento, poi, mantecate con il parmigiano grattugiato. Unite 2 uova sbattute insieme al parmigiano al riso e amalgamate per bene.

Aggiungete al riso 1/3 dei piselli cotti insieme al prosciutto e ai funghi, Mescolate e poi prendete un ruoto per ciambelle, imburratelo e cospargete con il pangrattato. Foderate il fondo e i bordi del ruoto con metà del riso, posizionate al centro le polpettine e aggiungete un po’di ragù e un paio di salsicce cotte nel ragù tagliate a pezzetti. A questo punto aggiungete il resto dei piselli, il prosciutto, i funghi, il fior di latte e le 2 uova sode tagliati a pezzetti.

Ricoprite con il resto del riso, cospargete la superficie con il pangrattato e qualche ciuffetto di burro. Cuocete a 180° per circa 30 minuti. Una volta sfornato lasciatelo freddare circa 10 min e poi rovesciate il ruoto su un piatto da portata, date dei piccoli colpi e sformate il vostro sartù. Servite il sartù di riso tagliato a fette con il ripieno bello filante.

Babà al rum

Ingredienti:

PER I BABÀ:
• FARINA 125 gr
• BURRO 50 gr
• UOVA 2 (intere)
• TUORLO 1
• LATTE 15 gr
• ZUCCHERO 15 gr
• LIEVITO DI BIRRA 15 gr
• SALE

PER LO SCIROPPO:
• ACQUA 500 gr
• ZUCCHERO 250 gr
• RUM 250 gr
• LIMONE 1

Iniziate a preparare i babà al rum, mescolando brevemente farina e lievito nella planetaria con il gancio, oppure a mano. Aggiungete latte, uova e tuorlo, precedentemente mescolati e lavorate per qualche minuto fino a quando sarà omogeneo. Per evitare la formazione di grumi, aggiungete il composto di uova e latte mentre la planetaria è in funzione o, se lavorate a mano, continuando a mescolare.

Unite lo zucchero e mescolate. Aggiungete infine il sale e il burro, ammorbidito a temperatura ambiente. L’impasto dovrà risultare morbido, quasi liquido.

Trasferite l’impasto in una sac à poche. Versatelo negli stampi, riempiendo fino a circa 1 cm dal bordo. Lasciate lievitare per circa 30 minuti alla temperatura di 30° (nel forno spento, con luce accesa). L’impasto dovrà fuoriuscire dagli stampi, formando una cupoletta.

Infornate a 180° in forno ventilato preriscaldato per circa 13 minuti. I babà sono pronti quando si sfilano facilmente dallo stampo. Si può tagliare il fondo di un babà e verificare l’alveolatura dell’impasto. Sformare e lasciare raffreddare bene.

Se lo desiderate, potete spennellare i babà con una marmellata a piacere, per renderli lucidi. Fate riposare in frigorifero circa 1 ora prima di servirli per gustarli al meglio. I babà a rum, prima di essere bagnati, si possono conservare in frigorifero circa una settimana o in congelatore, fino alla sera prima dell’utilizzo, ben chiusi in un sacchetto per alimenti.

Sfogliatelle napoletane

Ingredienti

  • PASTA SFOGLIA 1 rotolo 
  • BURRO 50 gr 
  • RICOTTA 200 gr
  • MARMELLATA DI ALBICOCCHE 150 gr 
  • ZUCCHERO A VELO q.b.

Prendete un rotolo di pasta sfoglia e ottenete tre strisce aiutandovi con un coltellino o una rondellina.  Sovrapponete le strisce incollandole con del burro fuso, ma non troppo caldo. Dopo arrotolate ben strette formando un rotolino. Mettetelo nella carta forno e ponetelo in freezer per almeno un’ora.

Una volta ben compatto, tagliate il panetto in fette da 1 cm. per formare i famosi tappi. Stendete leggermente ogni fetta e iniziate a schiacciarla partendo dal centro formando della profondità, fino ad ottenere la forma di una conchiglia. Riempitela con ricotta e marmellata e chiudetela bene. Infornate a 190° per circa 10/20 minuti.

Torta caprese

Ingredienti

MANDORLE 150 gr
CIOCCOLATO FONDENTE 125 gr 
BURRO 125 gr
UOVA 3
ZUCCHERO 110 gr

Rivestite una teglia con la carta forno e tostate le mandorle in forno statico a 200° per 10 minuti. Una volta sfornate, lasciate raffreddare e poi trasferitele nel mixer e tritatele grossolanamente, fino ad ottenere una granella.

Prendete un tagliere e tritate il cioccolato fondente con un coltello. Tagliate il burro a tocchetti e trasferitelo in un pentolino sul fuoco, aggiungete il cioccolato tritato e fate sciogliere a bagnomaria per qualche minuto a fiamma bassa.

In una ciotola rompete le uova, separando i tuorli da gli albumi e aggiungete lo zucchero. Tenete da parte gli albumi. Sbattete i tuorli con lo zucchero con una frusta a mano, oppure con le fruste elettriche, per una decina di minuti, fino a triplicarne il volume così da ottenere un composto spumoso. Aggiungete le mandorle al cioccolato fuso e poi aggiungete il tutto al composto a base di tuorli e zucchero, amalgamando con una spatola.

Montate a neve ben ferma gli albumi con l’aiuto di una frusta elettrica. Incorporateli al composto di uova e cioccolato, mescolando delicatamente con una spatola, con un movimento dall’alto verso il basso, per non smontare gli albumi. Imburrate ed infarinate una tortiera di 20 cm di diametro. Versate il composto nella tortiera e livellate con una spatola. Infornate in forno statico a 180°per 35 minuti. Una volta sfornata la torta caprese, lasciatela raffreddare prima di spolverizzare con lo zucchero a velo.

Potrebbe interessarti:

Assaporando le delizie della cucina catalana

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti