Islanda outdoor: tra trekking, escursioni in kayak e a cavallo

Print Friendly, PDF & Email

L‘Islanda terra dai mille volti, dove ghiaccio e fuoco si incontrano, lontana e incontaminata, è il luogo ideale per praticare attività outdoor di ogni tipo: a cavallo, con i ramponi sul ghiaccio o in kayak.

Per attività sul ghiaccio, da provare sono il tour all’interno di Langjökull, il secondo ghiacciaio più grande d’Islanda a 20 minuti da Reykjavík e l’escursione diurna su gommone all’interno della immensa calotta di ghiaccio del Vatnajökull, la cui lingue si diramano in vari crepacci scendendo nella laguna di Jökulsarlon. Qui è possibile praticare anche attività varie tra cui ice climbing e trekking tra gole profonde e bianche vette.

Passando al fuoco, nella regione montuosa di Landmannalaugar, vicino al vulcano Hekla, dove svettano montagne multicolore, per effetto della riolite, tra colate di lava e piscine naturali di acqua calda è possibile fare trekking: il percorso più suggestivo è quello della Strada delle sorgenti calde, uno dei più belli al mondo.

Nella parte nord dell’Isola si trova la grande caldera di Askja (ben 50 chilometri quadrati): un lago di 217 metri al cui interno c’è un piccolo cratere con una piscina balneabile d’acqua calda limpidissima.

Restando in tema laghi, da non perdere è quello di Myvatn, dove con l’approssimarsi del solstizio d’estate si pratica la Myvatn Marathon e dove è possibile fare un’escursione in kayak e nei vicini campi di lava, a piedi e in bici, tra crateri fumanti e bolle di fango. 

Per gite a cavallo bisogna arrivare al canyon di Asbyrgi mentre per il whale watching nella graziosa cittadina di pescatori Husavik.

Potrebbe interessarti:

Wedding in Islanda: dove fuoco e ghiaccio si incontrano, nasce l’amore

 
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti