La realtà immaginata, a Torino la mostra sul pittore Carlo Terzolo

Print Friendly, PDF & Email
La realtà immaginata, a Torino la mostra sul pittore Carlo terzolo

Dal 10 marzo al 21 aprile la Fondazione Bottari Lattes organizza allo Spazio Don Chisciotte di Torino la mostra “La realtà immaginata” dedicata a Carlo Terzolo, pittore figurativo che ha saputo coniugare la concretezza del mondo rurale delle sue origini con la visionarietà e l’immaginazione.


Con questa mostra, la Fondazione Bottari Lattes vuole riportare all’attenzione di pubblico e critica a Torino il lavoro di uno dei pittori piemontesi più significativi del Novecento.

La realtà immaginata, curata dai figli Luca e Paolo Terzolo in collaborazione con Vincenzo Gatti, propone una quindicina di opere, prevalentemente olii su tela, di diverse dimensioni, realizzati dal pittore a partire dai primi anni Sessanta. Una selezione che, invece di privilegiare le raffigurazioni paesaggistiche, intende sottolineare l’attenzione del pittore verso gli aspetti più concreti della realtà (la vita quotidiana, gli interni, gli oggetti, le persone), vista però al filtro di un’immaginazione allusiva e straniante.

Attento osservatore della realtà, Terzolo non era un pittore en plein air; di ritorno dalle sue ricerche e osservazioni, nel suo studio dipingeva basandosi su appunti di schizzi riportati sui taccuini o su appunti impressi nella sua memoria. Da uno spunto, da una storia, rielaborava la realtà, senza mai perdere la concretezza, ma creando un mondo allusivo che riportasse anche ad altro, oltre al puro riferimento al reale.

Info: fondazionebottarlilattes.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti