Le 10 mete migliori per le viaggiatrici che partono in solitaria

Print Friendly, PDF & Email
Festa della donna, le 10 mete ideali per le viaggiatrici che partono da sole

La piattaforma digitale Momondo.it ha stilato un elenco delle 10 migliori mete per le viaggiatrici che intendono partire in solitaria insieme a cinque regole fondamentali da seguire e la guida digitale In viaggio da sola.


Sempre più viaggiatrici scelgono di intraprendere un viaggio da sole e, anche in vista della Giornata Internazionale della Donna, Momondo ha voluto ispirare le italiane a fare altrettanto.

Le cinque regole d’oro per le viaggiatrici in solitaria :

  • Uscire dalla comfort zone: Viaggiare sole offre la possibilità di organizzare le attività in totale autonomia, il rischio potrebbe essere quello di non uscire mai dalla propria zona di comfort, rimanendo intrappolate nelle proprie abitudini. È bene conoscere i propri punti di forza e procedere secondo i propri ritmi, ma senza dimenticare di sfidare qualche piccolo limite.
  • Assaggiare il cibo locale – La scoperta di una destinazione passa spesso dal cibo, espressione totalizzante di gusti, mix di sapori e profumi che in un solo assaggio raccontano la storia e le tradizioni di un luogo. Per questo, immergersi nella cultura locale significa anche visitare i mercati del luogo o assaggiare il cibo di strada senza pregiudizi.
  • Preparare i bagagli con astuzia – Una delle regole da non sottovalutare è l’organizzazione puntuale della valigia, in quanto è fondamentale non esagerate con i bagagli, evitando così di dover trasportare da sole pesanti borse.
  • Imparare qualche parola nella lingua del posto – Per sentirsi a proprio agio e aver modo di interagire con gli abitanti del luogo, anche con piccoli gesti di cortesia, è importante imparare alcune parole nella lingua locale – come “per favore”, “grazie”, “sì”, “no” – al fine di trasmettere la propria apertura e la volontà di avvicinarsi alla cultura del Paese che si sta visitando.
  • Sfruttare al massimo i vostri contatti sul posto – Quando si viaggia sole, contattare eventuali conoscenti per ottenere più informazioni possibili sulla meta darà un valore aggiunto al viaggio. Infatti, conoscendo qualcuno del posto, si avrà modo di scoprire qualche angolino fuori dalle solite rotte.

Le 10 migliori destinazioni per viaggiatrici solitarie:

Per chi è una fashion addicted la meta ideale non può che essere Parigi. Coloro che sono disposte a spostarsi anche oltre oceano, New York e la sua Fifth Avenue rispondono perfettamente alle aspettative. Le amanti della moda che vogliono uscire fuori dagli schemi possono contare sul fascino di Marrakesch, tra stoffe, piatti in rame, manufatti in legno e metallo, gioielli e pelli.

Chi ama l’avventura ha infinite opportunità nel mondo per dedicarsi all’esplorazione. In primis, l’Africa subsahariana, in Tanzania – terra del Kilimangiaro e di Zanzibar – che racchiude molte aree naturali protette. Per chi preferisce dedicarsi alla scoperta delle meraviglie sommerse la meta perfetta è al largo della costa del Queensland, nell’Australia nord-orientale, dove trovare la Grande barriera corallina. Infine, per chi ama mettersi alla prova e vuole spingersi fino ai confini del mondo, la Patagonia con la sua natura selvaggia è il luogo più affascinante tra laghi, montagne e ghiacciai.

Non solo luna di miele. A sorpresa le Maldive rappresentano una destinazione perfetta anche per le donne che partono con i figli, un luogo ideale dove i piccoli viaggiatori possono imparare a conoscere conchiglie e coralli e camminare scalzi lungo le spiagge tropicali. Viaggiare con i figli spesso regala alle mamme la possibilità di guardare il mondo con occhi diversi, ritrovando la capacità di stupirsi di fronte alle meraviglie del mondo. Per questo, un tour in Giappone in occasione del hanami – la fioritura dei ciliegi – rappresenta un’esperienza indimenticabile.

Lubjana è la meta perfetta per chi viaggia sola, perché è una città a misura d’uomo e molto vivace, ma non solo. La capitale slovena vanta anche affascinanti spazi naturali, che le sono valsi il titolo di Capitale verde europea 2016, come il giardino botanico, l’arboreto, i parchi Tivoli e Navje e il rigoglioso lungo fiume. Per chi invece viaggia per scoprire sapori nuovi, la meta da esplorare nel 2018 è Fes, dove apprezzare la cucina conviviale, variegata e ricca di sfumature.

Info:www.momondo.it

Potrebbe interessarti:

8 MARZO: COME L’ARTE CELEBRA LA FESTA DELLA DONNA

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti