Londra, matrimonio reale: quali società potrebbero essere coinvolte nell’organizzazione?

Print Friendly, PDF & Email

Londra. Solo il meglio per i membri della famiglia reale britannica, specialmente se c’è un Matrimonio Reale da organizzare. Per secoli, ogni casa reale ha stilato una lista delle società ritenute meritevoli di fornire beni e servizi al monarca.


Oggi, circa ottocento società detengono tale riconoscimento, noto come Royal Warrant (il Mandato Reale), che può essere concesso esclusivamente dalla Regina, dal Duca di Edimburgo o dal Principe del Galles, e soltanto dopo almeno cinque anni consecutivi di servizio.

Oltre a essere un grande onore, le aziende possono dichiarare il loro legame con la Famiglia Reale, esibendo su logo e prodotti il Royal Arms (lo stemma reale britannico). Ma chi fa parte di questo club super esclusivo? Si può trovare di tutto, dal fornitore di bevande analcoliche per la Regina a quello di dentifrici per il Principe Carlo.

E allora chi, di quella lista, potrebbe essere contattato da sua futura altezza reale Meghan Markle nelle prossime settimane?

Un tradizionale infuso britannico

Con l’avvicinarsi del giorno fatidico, Meghan sarà sicuramente molto agitata: cosa c’è di meglio (o di più inglese) di una tazza di tè caldo per calmare i nervi? 

Fortnum & Mason è un’istituzione londinese sin dal 1707 e lo stemma reale fu accordato ai suoi commercianti e droghieri di tè da parte del Principe di Galles nel 1955. Possiamo già immaginarci Meghan, prima del suo matrimonio, mentre sorseggia il Royal Brew, una miscela di tè creata originariamente per Re Edoardo VIII.

Vestita per l’occasione

Non è ancora stato svelato il nome di chi vestirà Meghan per il grande giorno, ma quello che sappiamo è che la futura sposa avrà l’imbarazzo della scelta.

Una delle possibilità è il couturier Stewart Parvin, a Belgravia, rinomato per lo stile e il design eleganti e senza tempo degli abiti da sposa confezionati su misura. Parvin ricevette il Mandato Reale dalla Regina Elisabetta nel 2007 e per questo rappresenta oggi una scelta regale adeguata per la nostra timida sposa.

Accenni floreali

Si tratta della fiorista di Leicester Rosemary Hughes che crea i mazzolini di fiori profumati, i deliziosi bouquet sfoggiati dai reali prima di Pasqua, tra cui quelli che avrà tra le mani la Regina, per la funzione del Giovedì Santo. È specializzata anche in composizioni per cerimonie nuziae ricadrà su di lei la scelta di Meghan per i fiori del suo matrimonio?

Alla ricerca dell’anello

A Mayfair, Central London, sorge la House of Garrard, la più antica gioielleria al mondo. Furono proprio questi artigiani a realizzare l’Imperial State Crown indossata dalla Regina Elisabetta nel giorno dell’ Incoronazione, così come la tiara che prese in prestito per il suo matrimonio con il Principe Filippo. Recentemente, hanno rimodellato l’anello di fidanzamento di zaffiri e diamanti di Lady Diana, quando è passato all’attuale Duchessa di Cambridge. Nel suo grande giorno, quindi, Meghan potrebbe benissimo affidarsi alla grande esperienza della House of Garrard per i gioielli da indossare.

Profumi distintivi

Perché accontentarsi di un eau de toilette, quando puoi indossare un profumo fatto apposta per te? 

Floris, nella sua sede originaria in Jermyn Street, nei pressi di St. James Square, Londra, sin dal 1730, è la più antica profumeria indipendente a conduzione famigliare al mondo e ottenne il Mandato Reale nel 1820. Se Meghan volesse scegliere un profumo distintivo, avrà a disposizione almeno tre incontri con gli esperti per creare una fragranza unica. Ma le consigliamo di affrettarsi, dato che il procedimento richiede circa sei mesi.

Un brindisi al grande giorno

Se Meghan vuole davvero integrarsi nella società britannica, sarà senz’altro così saggia da includere due drink classici al ricevimento: il gin tonic e il Pimm’s.

Il Gordon’s Gin fu il primo tra i due a ricevere il Mandato Reale nel 1925 ed è tuttora un fornitore della Casa Reale. James Pimm creò il suo primo cocktail estivo negli anni Quaranta del XIX secolo e il Pimm’s, bevanda a base di gin, erbe aromatiche, arancia caramellata e spezie, rappresenta ancora oggi la quintessenza britannica in fatto di drink; nel 2011 fu insignito del Mandato Reale.

Con così tanti fornitori di lusso tra cui scegliere, sembra proprio che Meghan potrà godersi un matrimonio da vera principessa.

Fonte: Visit Britain

Potrebbe interessarti:

Wedding a Kapaa, dove fabbricare ricordi eterni
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti