Roma, Musei da toccare: visita guidata tattile la mostra “Egizi-Etruschi da Eugene Berman allo scarabeo dorato”

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Musei da toccare, progetto di accessibilità e fruizione dell’arte per visitatori con disabilità nei Musei comunali di Roma, propone anche nel mese di marzo l’emozionante percorso di visita tattile sensoriale alla scoperta degli Egizi e degli Etruschi alla Centrale Montemartini.


Le due grandi civiltà del Mediterraneo sono messe a confronto nella mostra ospitata al piano terra della ex Centrale Termoelettrica, traendo spunto da preziosi oggetti egizi rinvenuti in recenti campagne di scavo condotte a Vulci, a cui si aggiungono i reperti egizi della Collezione Berman e le opere in prestito dalla Sezione Egizia del Museo Archeologico Nazionale di Firenze.

Il percorso di visita, giovedì 15 marzo, con inizio alle 16.00, alterna interessanti racconti relativi alle usanze e alle pratiche rituali delle due popolazioni all’esplorazione tattile di una selezione di reperti originali con il supporto scientifico dell’Egittologa Massimiliana Pozzi, una delle curatrici della mostra.

La visita è inoltre arricchita dall’analisi dei modelli tattili in scala di una tomba egizia e di un’abitazione insieme alla riproduzione di alcuni oggetti provenienti dalla tomba di Deirel Medina in Egitto.

L’iniziativa – promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali,con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura–rientranel programma di visite guidate tattili-sensoriali gratuite del progetto Musei da toccare. Si tratta divisite speciali rivolte al pubblico dei visitatori con disabilitàcon l’obiettivo di realizzare musei ‘senza frontiere’, a misura di tutti, e offrire all’intero pubblico la possibilità di accedere alle strutture museali e alle aree archeologiche, abbattendo le barriere architettoniche e sensoriali.

MUSEI DA TOCCARE

Iniziative in corso:

 

  • InterGAM: progetto didattico presso la Galleria D’Arte Moderna. Lanciato lo scorso febbraio, consente l’esplorazione di 26 capolavori della collezione del museo attraverso dispositivi touch-screen. Seppur proposto come un ‘museo visibile’, per offrire una multivisione immersiva e una comunicazione interattiva attraverso l’accostamento di immagini, InterGAM si rivolge anche agli utenti ipovedenti e non vedenti cui è dedicato un file audio con una descrizione dettagliata delle opere.
  • Totem L.i.S.:video in Lingua Italiana dei Segni con sottotitoli,con la presentazione della storia e delle collezioni di numerosi spazi del Sistema Musei Civici realizzati dall’Istituto Statale per Sordi di Roma(della durata di circa tre minuti e proiettati su supporti multimediali).
  • Programma di visite tattili per non vedenti e ipovedenti in corso da diversi mesi in moltiMusei Civici di Roma.Il programma è consultabile inhttp://www.museiincomuneroma.it/it/footer/accessibilita_e_usabilita

Fonte: Zètema Progetto Cultura

Potrebbe interessarti:

I Maestri della Matita: gli artisti di Spider-man, Dylan Dog e Diabolik al Museo del Fumetto

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti