Tradizione marchigiana per Pasqua: la pizza di formaggio

Print Friendly, PDF & Email

Da gustare con i salumi più vari o da servire per arricchire il cestino del pane, la pizza di formaggio è una ricetta pasquale tipica delle Marche.

In questa regione, questo morbido rustico dal ripieno di formaggio ha assunto lo stesso valore simbolico della colomba diventando un vero e proprio must del menù di Pasqua.

La pizza di formaggio marchigiana ha la stessa forma di un panettone ma è salata e si mangia o per colazione, accompagnata a dei salumi, o come antipasto.

Qui troverete la ricetta, che perché no potrete sfruttare anche in altri occasioni, come per Pasquetta o per il giorno della Liberazione dove si è soliti trascorrere la giornata all’aria aperta tra pic-nic e grigliate!

Pizza di formaggio (per 10 persone)

Ingredienti:

5 uova

2 etti di parmigiano reggiano

1 etto di pecorino romano

1 etto margarina

1 buccia di arancia grattugiata

1 buccia di limone grattugiata

mezzo bicchiere d’anice

mezzo bicchiere di latte

mezza bustina di lievito per dolci

1 etto di lievito di birra

500 gr farina tipo 0 per ottenere un impasto morbido

emmenthal a piacimento

Procedimento:

Come prima cosa dividere i tuorli dalle chiare: i primi andranno sbattuti con il formaggio (il parmigiano e il pecorino) fino a ottenere una pastella a cui si aggiungeranno le due scorze di arancia e limone, un pizzico di sale e di pepe; i secondi invece vanno montati a neve durissima.

A parte, fare sciogliere la margarina e, sempre a parte e in un’altra ciotola si sbriciola l’etto di lievito di birra nel latte fino a ottenere una miscela senza grumi.

In un secondo momento, unire la margarina, la miscela di latte e lievito di birra alla pastella di uova e formaggio e iniziare a mescolare (a mano!) il tutto; gradualmente, unire anche mezzo bicchiere di anice e due cucchiai di farina.

Continuando a girare, si uniscono al composto anche le chiare facendo attenzione nel mescolare in senso orario, dal basso verso l’alto. A mano a mano che si gira, si unisce la farina che va aggiunta un po’ alla volta, fino a ottenere una pasta morbida.

Lasciar riposare l’impasto per un’ora a temperatura ambiente.

Una volta terminata la lievitazione, iniziare a lavorare l’impasto trasferendolo su un piano di lavoro e appiattendolo con le mani, formarne delle pieghe prendendo il lembo esterno e portandolo verso il centro.  

Una volta ottenuta una pasta compatta, aggiungere il formaggio tagliato a pezzetti amalgamando bene. Porre poi l’impasto in uno stampo di 18 0 20 cm di diametro e di almeno 10 cm di altezza precedentemente imburrato e rivestito di carta forno: la pasta non deve superare metà della teglia!

Infine porre la tortiera in forno caldo a 180° per 45 minuti / 1 ora fino a ottenere una perfetta doratura. Una volta pronta fate raffreddare la pizza al formaggio e servite.

 

Potrebbe interessare:

Patata viola, il superfood italiano
Il sapore deciso del Pecorino Romano
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti