City Break di primavera a Milano: cosa vedere

Print Friendly, PDF & Email

 

Milano la città più dinamica d’Italia, moderna, eccentrica, mondana è una meta indicata per chi vuole trascorrere un vivace weekend di inizio primavera.

Per antonomasia Milano è la città degli affari, ma anche della moda, si distingue dalle altre città d’arte italiane per i suoi vasti viali alberati che caratterizzano la sua pianta circolare, ma è nel centro che si trovano gli edifici storici del capoluogo lombardo: il gotico Duomo con la celebre statua della Madonnina, le signorili arcate di Galleria Vittorio Emanuele II, e poi piazza San Fedele, Palazzo Marino e lo storico Teatro alla Scala.

Imboccando da Piazza della Scala via Manzoni, piena di palazzi rinascimentali e neoclassici, tra cui la dimora di Alessandro Manzoni,si arriva al museo Poldi Pezzoli, Palazzo Porta, Palazzo Belgioioso e in direzione Porta Nuova Palazzo Borromeo. Verso Porta Venezia si trova Villa Reale, il neoclassico edificio che ospita il Museo dell’Ottocento dove è possibile ammirare il celebre “Il Quarto Stato” di Giuseppe Pellizza da Volpedo.

Percorrendo viale Dante si raggiunge il Castello Sforzesco, circondato da uno dei più famosi parchi della città, Parco Sempione. All’interno di Parco Sempione c’è l’Arena Civica, un impianto sportivo risalente all’Ottocento e l’Arco della Pace, porta d’accesso al parco inaugurata nel 1838.

Il castello, a pianta quadrangolare, venne restaurato durante la fine del XVIII e l’inizio del XX secolo ed oggi è sede di diversi musei cittadini. Non molto lontano da qui si trova il Cenacolo di Santa Maria delle Grazie, che ospita l’Ultima Cena dipinta da Leonardo da Vinci.

Il famoso ‘quadrilatero della moda‘, invece, comincia in via Vittorio Emanuele. Qui si trova ogni tipologia di negozio d’abbigliamento e, proseguendo da piazza San Babila fino via Montenapoleone, si incontrano i negozi più esclusivi d’Italia.

Ci sono poi il quartiere di Brera e i Navigli: il quartiere di Brera è situato nella parte nord-ovest della città ed è un dedalo di vicoli.

In passato era la zona di ritrovo degli artisti, mentre oggi ospita il mercato settimanale dell’antiquariato ed è animata da locali e ristoranti. Qui si trova il Palazzo di Brera, che ospita la suo interno la Pinacoteca, in cui sono esposte opere di grandi maestri come il Mantegna, Tintoretto, Piero della Francesca, Raffaello, Caravaggio e Boccioni.

I Navigli, storico sistema di canali cittadini utilizzati per l’irrigazione scorrono in tutta la città, sono oggi una zona nel sud-ovest di Milano. Sugli argini degli antichi canali costruiti in epoca rinascimentale, gli edifici bassi e dipinti colorati ospitano botteghe, negozi, bar e locali.

Potrebbe interessarti:

“Dentro Caravaggio”, a Milano una mostra sul pittore dissidente inventore dello scatto istantaneo

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Riapre la Casa di Dante a Roma

E’ stato appena inaugurato il 103° anno di studi della Casa di Dante, istituzione culturale – inaugurata nel 1913 da Sidney Sonnino, allora Ministro degli ...
Vai alla barra degli strumenti