Foligno: al CIAC due mostre dedicate a La Pietra e Stampone

Print Friendly, PDF & Email

Foligno. Il CIAC – Centro Italiano Arte Contemporanea ospita due mostre dal 24 marzo 2018 al 30 settembre 2018: Istruzioni per abitare la cittàPerché il cielo è di tutti e la terra no?.


 

Istruzioni per abitare la città. Opere e ricerche nell’ambiente urbano dal 1969 al 2017 è il titolo della nuova mostra dedicata a Ugo La Pietra che il CIAC di Foligno.

Curata da Italo Tomassoni, Giacinto Di Pietrantonio e Giancarlo Partenzi, ripercorre i molteplici ambiti di indagine di La Pietra per nuclei e tematiche con i suoi lavori più significativi e i documenti correlati all’interno dello spazio urbano.

Attraverso un centinaio di opere bidimensionali, alcuni brani video, oggetti tridimensionali e un’installazione, la mostra si sviluppa in un percorso ricco di suggestioni visive.

Al centro della mostra è installata inoltre una “Casa Aperta”, una struttura in scala reale con una serie di arredi realizzati attraverso la pratica che l’autore definisce “Riconversione progettuale”: alcuni elementi di arredo urbano vengono riconvertiti in elementi di arredo domestico.

Un sala dedicata alle proiezioni presenta tre film di La Pietra: “Per oggi basta” (1974), “La riappropriazione della città” (1977), “Interventi pubblici per la città di Milano” (1979).

La mostra Perché il cielo è di tutti e la terra no? di Giuseppe Stampone presenta la produzione recente dell’artista con diversi suoi lavori legati ad alcuni temi-chiave che va sviluppando da tempo, come: la dilatazione e la riappropriazione del proprio tempo intimo, tramite disegni stratificati,eseguiti con la penna BIC in nero, rosso e blu, di immagini iconiche prese dal web e rielaborate in pezzi unici in un processo di ribellione alla dittatura dello spazio-tempo frenetico in cui tutti siamo immersi; la reinterpretazione di quadri storici in chiave contemporanea con la denuncia del fenomeno migratorio e della estrema povertà di grandi fasce della popolazione mondiale; la battaglia per una educazione globale, attraverso mappe, guide turistiche e abecedari, che invitano a riflettere su temi attuali come le migrazioni, le risorse idriche, le guerre.

Tra le opere in mostra troviamo: l’installazione P-W Peace and War, lunga 13 metri con 114 bandiere corrispondenti ai diversi Paesi vincitori del Premio Nobel che denuncia la logica di potere alla base del più importante riconoscimento internazionale, Premio occidentale per gli occidentali; la tavola Origine du monde, rielaborazione del Ratto d’Europa di Rembrandt, che evidenzia il fallimento della primavera araba e le nuove guerre di religione e i  venti disegni del ciclo sui Dittatori del XX secolo con immagini prese da copertine di varie riviste internazionali, ridisegnate in un ironico reset contemporaneo.

Informazioni:

UGO LA PIETRA & GIUSEPPE STAMPONE

Foligno – Via del Campanile, 13

24 marzo – 30 settembre

Orari apertura:

venerdì 16.00-19.00

sabato e domenica 10.30-12.30 / 16.00-19.00

Fonte: Ciac – Centro Italiano Arte Contemporanea

Potrebbe interessarti:

La White Noise Gallery di Roma presenta Santissimi “Rebirth”
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti