Het Noordbrabants Museum, in arrivo il terzo dipinto di Van Gogh in pochi anni

Print Friendly, PDF & Email
terzo van gogh al Noordbrabants Museum

Terza opera di Van Gogh aggiunta alla collezione museale dell’Het Noordbrabants Museum di ’s-Hertogenbosch nel giro di pochi anni. Alcuni giorni fa  il museo olandese ha acquistato il dipinto Natura morta con bottiglie e conchiglia, fino a quel momento proprietà di un privato straniero.


Dopo l’acquerello Giardino della canonica a Nuenen (acquisito nel 2016) e Mulino ad acqua a Kollen vicino Nuenen (acquisito nel 2017), si tratta del terzo acquisto di un’opera di Vincent van Gogh (1853-1890) da parte dell’Het Noordbrabants Museum per una somma di 2,5 milioni di euro.

Van Gogh dipinse la Natura morta con bottiglie e conchiglia nell’autunno del 1884, durante il suo soggiorno a Nuenen. L’opera è considerata una delle migliori nature morte realizzate dall’artista durante il periodo trascorso in Brabant. Dopo un esiguo intervento di restauro, in autunno il dipinto sarà esposto nel Noordbrabants Museum, dove gli sarà assegnato un posto d’onore nell’attuale presentazione di opere giovanili di Van Gogh che risalgono al periodo in cui l’artista visse nel Brabant.

Charles de Mooij, il direttore del museo, esprime la sua soddisfazione: “Anche noi siamo stupiti: tre acquisizioni eccezionali in così breve tempo. É stato possibile soltanto grazie ai contributi che abbiamo ricevuto ogni volta dalle autorità, dai fondi, dalle aziende e dai privati. Siamo ben consapevoli che un sostegno tanto generoso non è scontato.” Un prestito di 1,5 milioni elargito dalla provincia Noord-Brabant ha reso possibile l’acquisto del dipinto. L’importo restante è stato coperto dal contributo annuale di BankGiro Loterij, dal legato di Th.M.J.A. Verstappen, deceduto nel 2012, e dal Fondo del Noordbrabants Museum, costituito nel 2017 per finanziare l’acquisto di opere d’arte speciali, i restauri e i progetti. I contributi a questo Fondo provengono da privati e aziende che cooperano con il museo. Heron Legal di Eindhoven ha fornito la consulenza per l’acquisto di questo dipinto.

Il dipinto raffigura – da sinistra a destra – due bottiglie, una conchiglia ciprea tigrata, un cilindro in legno con la base di rame, un servizio da fumo e un corno (per polvere da sparo). Sia la struttura della superficie degli oggetti da riportare sulla tela che la loro posizione e i loro rapporti reciproci costituiscono una sfida per l’artista, come d’altronde l’immagine della conchiglia ciprea tigrata. Nel 17esimo secolo, i pittori si cimentavano già a rappresentare conchiglie come questa: disegnare e dipingere la loro superficie convessa, lucente e maculata era considerata una prova di maestria.

Dopo il successo ottenuto dalla mostra Jheronimus Bosch – Visioni di un genio, nel 2016 Het Noordbrabants Museum ha espresso l’intenzione di arricchire la sua collezione negli anni futuri acquistando importanti opere d’arte. Questa intenzione converge con il desiderio di esporre in forma permanente una raccolta rappresentativa di opere di Vincent van Gogh che risalgono al periodo trascorso dal pittore nel Brabant.

Info:  www.hnbm.nl

Potrebbe interessarti:

IL NOORDBRABANTS MUSEUM ACQUISTA UN NUOVO DIPINTO DI VAN GOGH

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti