Napoli, le esperienze alternative da vivere

Print Friendly, PDF & Email
esperienze alternative a napoli

Un viaggio a Napoli regala una vasta scelta tra le esperienze da fare. Oltre ad essere una delle mete turistiche italiane più amate, il capoluogo campano offre tante opportunità per vivere la città e i suoi dintorni in modo originale e alternativo.


A Napoli non può mancare una visita in Piazza del Plebiscito o agli storici siti di Pompei, gustare la pizza nella patria di questa specialità amata da tutto il mondo o passeggiare per il lungomare alle pendici del Vesuvio. ma ci sono tanti altri modi per rendere un’esperienza di viaggio a Napoli ancora più ricca visitando la città a 360 gradi e godendo delle splendide località di mare che costeggiano il litorale.

Catacombe di San Gennaro e San Gaudioso: il rione Sanità è un quartiere periferico che negli ultimi anni sta vivendo un’interessante crescita turistica soprattutto grazie alle catacombe di San Gennaro e di San Gaudioso, un prezioso patrimonio culturale e architettonico. Le Catacombe di San Gennaro sono disposte su due livelli non sovrapposti; il nucleo originario risale al II secolo d.C., gli ampliamenti cominciarono dal IV secolo.
Fra il IV e il V secolo sorse la catacomba di San Gaudioso, la seconda per ampiezza di Napoli, e conserva pregevoli affreschi e mosaici del V e VI secolo.

La Napoli sotterranea: oltre alle catacombe Napoli regala un’esperienza unica nel sottosuolo. È possibile partecipare ad un’escursione che permette di compiere un viaggio nella storia lungo ben 2400 anni ammirando le bellezze che si incontrano lungo il percorso autorizzato.  Da vedere i resti dell’antico  acquedotto greco-romano e dei rifugi antiaerei della Seconda Guerra Mondiale, il Museo della Guerra, gli Orti Ipogei, la Stazione Sismica “Arianna” oltre ai resti del Teatro greco-romano e molto altro.

Metropolitana: altra realtà sotterranea tutta da scoprire è la metropolitana di Napoli, con le fermate della Linea 1 che costituiscono un vero e proprio museo di arte contemporanea. Si può percorrere un itinerario lungo le fermate di Vanvitelli, Materdei, Quattro Giornate, Salvator Rosa, Cavour, Dante, Toledo, Municipio e Università, ognuna con la sua peculiarità artistica. Le stazioni metropolitane di Napoli sono state premiate più volte come le più belle d’Europa.

Tour per Amalfi, Positano Sorrento e Ravello: una volta arrivati a Napoli non si può non visitare la costiera Amalfitana e il suo splendido mare. È possibile prenotare tour privati spostandosi da una cittadina all’altra nell’arco di una giornata. In questo modo oltre al lungomare si può ammirare la loro pittoresca architettura. Da non perdere i panorami sul mare a Sorrento e Positano, le caratteristiche case e i vicoli tipicamente mediterranei di Amalfi e le bellissime ville e giardini di Ravello.

Caccia al tesoro a Castel dell’Ovo: ogni sabato ci si può cimentare in un’avvincente caccia al tesoro nell’antico quartiere di Borgo Marinari. All’interno di Castel dell’Ovo si aggira ogni notte una misteriosa presenza: a tal fine la direttrice della Biblioteca Nazionale di Napoli guida i visitatori nell’emozionante ricerca di indizi tra antichi testi, storia e le leggende di chi ha abitato il castello negli anni.

Escursioni in Kayak: il territorio napoletano presenta anche aspetti che possono essere scoperti via mare. Gli amanti della navigazione possono cimentarsi in escursioni di gruppo in kayak, della durata media di 90 minuti, alla scoperta di luoghi e baie affascinanti come la costa di Posillipo o le più belle ville neoclassiche di Napoli.

Potrebbe interessarti:

NAPOLI RISCOPRE IL PROPRIO PORTO ANTICO

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

napoli

Vai alla barra degli strumenti