Primavera in Val Venosta, da metà aprile a inizio maggio tutto il risveglio della Natura

Print Friendly, PDF & Email

La stagione fredda è quasi terminata, e in Val Venosta si respira tutta l’aria della Primavera, con la natura che si fa subito notare con i suoi colori, i profumi e i sapori che contraddistinguono la valle. Infinite distese d’incantevoli fiori rosa e bianchi, sono i meleti in Val Venosta che diffondono nell’aria un profumo fresco e delicato.


Da metà aprile a inizio maggio in Val Venosta la fioritura dei meleti è una meraviglia tutta naturale.

Aria tersa e pulita, minuscole malghe arroccate sui crinali, paesini accoglienti e romantici, panorami da sogno immersi nella splendida cornice del Parco Nazionale dello Stelvio: solo l’arrivo della primavera può rendere ancora più bello ed intrigante l’affascinante paesaggio della Val Venosta.

Attirate dal clima caldo e secco arrivano anche le api che operose sciamano sulle piante per impollinare i fiori di melo.

Le api amano la vita nei frutteti e molti contadini le accolgono nelle tipiche casette-alveari: le api sono le benvenute in Valle perché sono indispensabili per l’impollinazione dei fiori e per tutto l’ecosistema.

Ogni melicoltore, amico della sua valle, dedica al proprio giardino di mele la massima cura ed attenzione per amore della natura.

Infatti, per salvaguardare i germogli delle nuove mele vengono utilizzate dai contadini delle tecniche spettacolari come l’irrigazione antigelo: un sistema a scopo termico denominato “antibrina” viene attivato quando la temperatura scende sotto i zero gradi e permette di proteggere gli organi riproduttivi del fiore dalle brinate notturne causate dalle temperature primaverili ancora basse. Così attorno ai germogli si forma uno strato di ghiaccio che li custodisce e li preserva.

Tutto ciò serve per minimizzare i danni causati dalle gelate alle aziende agricole familiari, che vivono interamente o parzialmente della melicoltura in Val Venosta.

L’arrivo della Primavera rende ancor più unico l’affascinante paesaggio della Val Venosta.

La piacevole aria di primavera invoglia le escursioni in quota, le passeggiate e le visite guidate nei meleti adatte a tutta la famiglia,organizzate nelle Cooperative associate VI.P (Associazione delle Cooperative Ortofrutticole della Val Venosta) per scoprire e gustare la bontà delle Mele Val Venosta: in più accompagnatori esperti risponderanno a tutte le curiosità sulle mele, sulla produzione integrata e su quella biologica, sulla raccolta e sulla conservazione delle mele. 

Numerose sono le iniziative proposte dalle Associazioni turistiche locali e dalle singole Cooperative Mela Val Venosta, in una valle magica tutta da scoprire ricca di flora e fauna che annuncia la primavera e si risveglia con lo sbocciare delle prime gemme nei meleti.

 

Info: www.vip.coop/it/ricette-notizie/notizie-dal-frutteto/3-0.html

Per prenotare una visita guidata:

Laces, cooperativa MIVOR, ogni mercoledì alle ore 14:00

Iscrizione visite guidate: mivor@vip.coop, +39 0473 749900

Prato allo Stelvio, cooperativa OVEG, ogni giovedì alle ore 10:00

Iscrizione visite guidate:office@prad.info, +39 0473 616034

Per sapere di più: ww.vip.coop/it/ricette-notizie/a-spasso-per-i-frutteti/24-2518.html

 

Potrebbe interessare:

Ungaretti e gli itinerari della Grande Guerra
In Trentino sulla strada del vino
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti