Ravenna Jazz 2018: arrivano i Manhattan Transfer, Chick Corea e Fabrizio Bosso

Print Friendly, PDF & Email

Ravenna. La città emiliana si prepara a ospitare il Ravenna Jazz dal 4 al 13 maggio.


Per dieci giorni il palco del Teatro Alighieri è destinato a nomi di ampia notorietà internazionale (Chick Corea, Manhattan Transfer), ai big della scena italiana (Fabrizio Bosso con gruppo e orchestra) e alla colossale produzione “Pazzi di Jazz” Young Project (con ben 250 baby musicisti sopra i quali svetterà la tromba solista di Paolo Fresu).

Gruppi e solisti di culto, con proposte innovative alle quali prestare la massima attenzione, gireranno poi nei jazz club e in piccoli teatri tra città e dintorni: sotto la bandiera di “Ravenna 45° Jazz Club” si esibiranno il quintetto di Sarah Jane Morris e Antonio Forcione, Raul Midón, i Sons of Kemet, Andrea Motis, i Guano Padano, Alessandro Scala. E per chi non sa rinunciare al jazz in nessun momento della giornata ci saranno i concerti ‘Aperitifs’, tutti i pomeriggi in attesa dei live serali in teatro.

Ravenna Jazz è organizzato da Jazz Network con la collaborazione degli Assessorati alla Cultura del Comune di Ravenna e della Regione Emilia-Romagna, con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori.

Informazioni:

Ravenna Jazz 2018

Teatro Alighieri:

Abbonamenti alle 3 serate (5-10-13 maggio): platea e palchi I-II-III ordine € 72, palchi IV ordine e galleria € 57, loggione € 42.

Biglietti: platea e palchi I-II-III ordine intero € 30, ridotto 25; palchi IV ordine e galleria intero € 22, ridotto 20; loggione intero € 18, ridotto 15.

Sito: www.ravennajazz.org 

Potrebbe interessarti:

 Natale di Roma, il lungo week-end di festa della Capitale

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti