Roma-Liverpool, divieto vendita alcolici nel Centro storico

Print Friendly, PDF & Email
roma-liverpool misure di sicurezza

Stop al consumo e alla vendita di alcol a Roma per tre giorni: il divieto, emesso dalla Prefettura in vista del match Roma-Liverpool del 2 maggio, riguarderà le zone limitrofe allo stadio Olimpico e in tutto il Centro storico e sarà in vigore dalle 19 del 1° maggio alle 7 del 3 maggio.


Il match di ritorno della semifinale di Champions Roma-Liverpool è in programma la sera di mercoledì 2 maggio. La prima riunione tecnica si è tenuta questa mattina, nel corso della quale il Questore Guido Marino ha illustrato, ai funzionari interessati, le linee guida che saranno alla base delle misure adottate.

Nello specifico, le aree interessate dal divieto di vendita di alcol saranno le zone limitrofe allo stadio Olimpico ed alle direttrici di afflusso e deflusso, fino alla ZTL diurna del centro storico e nell’area di via Cavour, del Colosseo, piazzale Flaminio e piazza delle Canestre.

Alla partita allo Stadio Olimpico è prevista la presenza di circa 65 mila spettatori di cui 5.000 circa della squadra ospite. Previsti controlli presso gli aeroporti, le stazioni ferroviarie e nei tradizionali luoghi di ritrovo nelle aree del centro storico della Capitale, che saranno presidiate sin dalla sera del 1° maggio.

Prevista una task force formata da agenti della Polizia di Stato e di Roma Capitale che avrà il compito di controllare il rispetto dell’ordinanza del Prefetto e delle normative in materia di vendita abusiva di prodotti nelle adiacenze dello stadio ed in funzione di anti bagarinaggio.

Questa mattina, inoltreil Questore di Roma ha emesso il provvedimento di Daspo nei confronti dei due italiani arrestati in Inghilterra per i disordini avvenuti a Liverpool, nonché di un terzo tifoso della squadra giallorossa, nel frattempo identificato dagli agenti della Digos.

Per garantire la massima sicurezzanessun invito è stato rivolto ai commercianti della zona ad anticipare la chiusura dei negozi alle ore 18 del 2 maggio, come segnalato da alcuni organi di stampa” ha precisato il portavoce della Questura Sarah Scola.

Fonte: Questura di Roma

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti