San Gimignano, presto attivo crowdfunding per restaurare le mura dopo il crollo

Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di San Gimignano lancia l’operazione di crowdfunding con l’hashtag #pietradopopietra per restaurare il tratto di mura medievali crollato nelle scorse settimane.  


L’annuncio è stato dato dall’assessore comunale alla cultura, Carolina Taddei, in occasione della presentazione della nuova app del progetto turistico ‘Tecnologicamente Antichi’.

L’iban del conto corrente dedicato intestato al Comune, e attivo da lunedì 16 aprile, è IT13X0103072000000000722568.

“Abbiamo deciso di aprire le porte anche a finanziamenti privati” – ha spiegato Taddei – “a tutti coloro che vorranno darci una mano, quindi è stato aperto un conto corrente dedicato e vincolato al restauro, all’intervento sulle mura. Già da lunedì sarà possibile versare i fondi su questo conto specifico, e ci auguriamo che che questa cosa smuova anche i privati, la comunità italiana ma anche internazionale, perché c’è un grande sostegno anche da parte dell’estero su questa vicenda tragica di San Gimignano, per essere più rapidi possibile”.

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare: 

San Gimignano, borgo medievale dove si ferma il tempo San Gimignano, borgo medievale dove si ferma il tempo
A San Gimignano una mostra su Man Ray
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti