Tra stasera e domani, geografia in festa per la Notte Europea

Print Friendly, PDF & Email

La Geografia si illumina a festa e indossa il suo abito migliore per la seconda edizione della Notte Europea, in programma tra il 6 e il 7 aprile 2018: una straordinaria mobilitazione ideata dal Comitato Nazionale Francese di Geografia e promossa dall’Associazione Europea delle Società Geografiche (Eugeo). 

 


Tante le iniziative anche in Italia, con 37 appuntamenti in 22 città, per accendere i riflettori sui recenti sviluppi della geografia e sul “mestiere del geografo”.

L’obiettivo degli organizzatori è superare vecchi pregiudizi e luoghi comuni, “mettendo in piazza” la geografia e dando visibilità alla ricerca e all’educazione geografica come elementi indispensabili nella cultura di un Paese.

Soprattutto di uno come l’Italia, che ha bisogno di una cultura diffusa del territorio per garantirne una corretta e responsabile gestione e per poterne apprezzare il valore e le bellezze sedimentate nei millenni.

Gli appuntamenti, coordinati in Italia dall’Associazione dei Geografi Italiani (Agei), prevedono passeggiate urbane, tavole rotonde e l’uso di strumenti della geografia, dai più tradizionali come gli atlanti e le carte, ai più moderni, come satelliti e droni.

In programma anche mostre interattive e percorsi geoletterari, vedute di città e paesaggi dei grandi viaggiatori del passato, insieme a giochi e spettacoli ispirati alla geografia, degustazioni di prodotti del territorio e aperture al pubblico di luoghi storici della geografia, come la Società Geografica Italiana di Roma.

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

Mappamondi d’epoca e quei mondi estinti
Museo e videogame: quando l’arte incontra il gioco

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti