Thailandia: il sistema nazionale dei parchi annuncia la chiusura stagionale

Print Friendly, PDF & Email

Tourism Authority of Thailand (TAT) rende noto che il Dipartimento dei Parchi Nazionali, Fauna e Conservazione delle piante (DNP) ha reso effettiva la tradizionale chiusura stagionale di 66 dei 147 parchi sul territorio nazionale.


La chiusura di aree selezionate è ormai pratica consueta da alcuni anni e tiene conto delle particolari condizioni meteorologiche nelle regioni dei parchi interessati. Le date variano di zona in zona e la chiusura è spesso dovuta a condizioni climatiche estreme, specialmente durante i mesi piovosi, per evitare che possano verificarsi condizioni non sicure e per consentire al tempo stesso il recupero ecologico della fauna.

 “Il ringiovanimento naturale è una chiave per preservare – dichiara Yuthasak Supasorn, Governatore TAT – la biodiversità e la qualità incontaminata della straordinaria natura e delle risorse naturali della Thailandia. Credo che chiudere alcune attrazioni per determinati mesi durante la stagione delle piogge dimostri l’impegno della Thailandia per garantire una gestione ambientale sostenibile del prezioso patrimonio naturale del paese“.

Secondo i dati DNP, la Thailandia ha attualmente un totale di 147 parchi nazionali, che coprono un’area di 70.038,65 chilometri quadrati, il 13,64% della superficie del Paese. I parchi nazionali sono in totale 59 al nord, 43 al sud, 25 nel nord-est e 20 nelle regioni centrale, occidentale e orientale.

Il DNP ha deciso di chiudere in questa rotazione 66 parchi nazionali: 24 a nord, 28 a sud, 9 nel nord-est e 5 tra regione centrale, occidentale e orientale.

Qui per info più dettagliate

Potrebbe interessarti:

 Un viaggio nell’arte della tessitura in Thailandia
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti