La Toscana punta sullo Shopping Tourism

Print Friendly, PDF & Email

Firenze. Dopo il Turismo Avventura è il momento dello Shopping Tourism per la Toscana, una nuova scommessa che vede la Toscana prima in Italia a voler agganciare un trend che, in Europa, è stato inaugurato dalla Spagna ormai sei anni fa.


Risale al 2012 il primo piano nazionale messo in atto dal Governo di Madrid e che ha aperto un percorso che, negli anni, ha portato sul territorio spagnolo 8 milioni di shopping tourist che hanno speso, solo in acquisti, la bellezza di 4 miliardi di euro.

«Il mondo del turismo è radicalmente cambiato – commenta l’assessore regionale al turismo, Stefano Ciuoffo – Solo qualche anno fa, l’idea che qualcuno potesse partire dall’Oriente per fare shopping in Toscana non ci avrebbe neanche sfiorato. Oggi, invece, siamo qui a leggere un fenomeno che è già fortemente incisivo sul nostro territorio».

Per questo, Toscana Promozione Turistica ha fatto realizzare a Risposte Turismo un apposito studio per avere una visione chiara di quello che è oggi il panorama italiano ed internazionale in cui la Toscana dovrà muoversi. Così da poter iniziare a definire i fronti di lavori e le azioni da intraprendere per avere un ruolo di primo piano anche in questa particolare forma di turismo.

«La Toscana è oggi la prima regione in Italia ad attivarsi per organizzare e promuovere questa particolare tipologia di offerta turistica – ha spiegato Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica –. E il nostro lavoro partirà dallo studio che abbiamo commissionato a Risposte Turismo. Oggi, d’altronde, nel mondo del turismo non c’è spazio per l’improvvisazione e dobbiamo muoverci velocemente e compatti se vogliamo rimanere al passo con i tempi. Per questo abbiamo già avuto in questi giorni un incontro preliminare con i nostri operatori e con gli stakeholder del territorio.».

Ma quali sono le reali potenzialità della Toscana per affermarsi come destinazione di shopping? Secondo Francesco di Cesare, Presidente di Risposte Turismo, decisamente ampie grazie alla «presenza di luoghi dello shopping “puri” che si affiancano ad aree e realtà diffuse nell’intero territorio regionale, legate a specifici prodotti artigianali o della tradizione. La chiave sta quindi nell’organizzare in modo coeso l’offerta complessiva, fornire al turista informazioni sui luoghi e dettagli sui vari servizi, promuovere nelle sedi e nei modi adeguati la Toscana come destinazione versatile e ricca di alternative per gli shopping tourist.».

E a dimostrazione dell’attenzione della Toscana verso lo shopping tourism, il prossimo 23 novembre Firenze ospita la seconda edizione di Shopping Tourism.

Il forum Italiano, l’unico evento dedicato al fenomeno in Italia ideato e organizzato da Risposte Turismo – società di ricerca e consulenza a servizio della macro industria turistica – quest’anno in partnership con Toscana Promozione Turistica.

Fonte: Toscana Promozione Turistica

Potrebbe interessarti:

 “Shopping Tourism. Il forum Italiano” arriva a Roma

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti