Tre ritratti inediti di Primo Levi esposti a Chatillon

Print Friendly, PDF & Email

I tre volti di Primo Levi realizzati dall’artista statunitense Larry Rivers in esposizione al Castello Gamba di Chatillon.


La mostra è “un’occasione unica per ammirare tre ritratti di Primo Levi non visibili al pubblico, custoditi negli uffici della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli a Torino”.

Si tratta di “un percorso espositivo che permette di ricostruire la passione per l’arte che ha sempre accompagnato la vita di Giovanni e Marella Agnelli, una passione che li ha portati a collezionare opere importanti, scelte sempre per il piacere estetico che suscitavano, indipendentemente dall’epoca o dalla corrente artistica a cui appartenevano”.

Nel 1987, in occasione di un viaggio a New York subito dopo la tragica scomparsa di Primo Levi, Giovanni Agnelli acquistò dalle Marlborough Galleries di New York tre ritratti di Primo Levi dipinti da Rivers (1923-2002), artista di origine ebrea e protagonista della pop art americana.

“Mio nonno” – racconta Ginevra Elkann, presidente della Pinacoteca Agnelli – “decise di collocare i quadri di Rivers in una grande sala che si trovava al piano terreno della sede de La Stampa in via Marenco 32. Dopo la collocazione dei quadri, la sala venne comunemente chiamata ‘Sala Primo Levi’. Non era aperta al pubblico, ma era usata per le riunioni più importanti e per accogliere i visitatori illustri per un primo saluto o un brindisi di benvenuto”.
   

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

45 anni fa la prima telefonata da cellulare
Un tour a New York nei luoghi di “Sex and the City”
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti