Turismo in Italia, le previsioni per il ponte del primo maggio

Print Friendly, PDF & Email
turismo in italia 1 maggio

I dati dell’Istituto Europasia incoronano il turismo italiano nel ponte del primo maggio. Il consuntivo di Pasqua e la previsione dei giorni dal 25 aprile al 1 maggio sono positivi, consolidando un trend in corso da tre anni.


Le previsioni più attendibili parlano di un movimento di circa 15 milioni di persone; di una spesa media pro capite, comprensiva di tutte le voci (trasporto, alloggio, cibo e divertimenti) di circa 350  euro; di una durata della vacanza di oltre 3 notti; di un giro d’affari complessivo di 5,3 miliardi di euro.

Le mete. Sempre al primo posto il mare (38%); seguono le località d’arte (25%) che ospiteranno complessivamente, secondo stime, 4,3 milioni di presenze.  Presenze non solo nelle città mete classiche di italiani e stranieri – Roma, Venezia e Firenze, ma anche Napoli, Bologna, Torino, Matera, Mantova, Milano e Palermo –  perché borghi e città “minori” sono in rapido sviluppo turistico-culturale anche a primavera. Molto gettonato è il turismo verde tra campagne, parchi e oasi naturali. Una curiosità: Venezia ha stabilito, per i giorni di maggiore affluenza,  itinerari differenziati per turisti e residenti.

I turisti dei “ponti” alloggeranno principalmente in case di parenti e amici (32%), quindi in albergo (23,5), in case di proprietà (14,5) e in alloggi affittati con formule diverse.

Gli stranieri. Le previsioni per tutta la stagione primaverile sono positive.  Evidenziano un aumento delle vendite del prodotto Italia per l’82.9% degli operatori europei. Per i tour operator extra europei, il 76.1% prevede un aumento delle vendite.

Il turismo è uno dei salvagenti per l’Italia, sia per quanto riguarda  l’emergenza lavoro, sia per quanto riguarda il contributo alla ripresa. In dieci anni ha incrementato le occasioni di occupazione del 19,8%: 261 mila posti in più. Nello stesso periodo gli stranieri hanno speso in Italia 361,5 miliardi  di euro. Alla fine il saldo (a fronte della spesa degli italiani all’estero) è stato positivo per 128 miliardi. Per fare un raffronto: l’abbigliamento ha generato 95 miliardi di euro di saldo attivo, l’alimentare ha avuto un saldo negativo per 81 miliardi.

Fonte: Istituto Europa Asia 
EUROPASIA

Potrebbe interessarti:

ponte del primo maggio, mare prima scelta

PONTE DEL PRIMO MAGGIO: L’80% RIMANE IN ITALIA, MARE PRIMA SCELTA

primo maggio italiani tra tempo libero e un buon lavoro

PRIMO MAGGIO, GLI ITALIANI TRA IL DESIDERIO DI TEMPO LIBERO E UN BUON LAVORO

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

primo maggio

Vai alla barra degli strumenti