Turismo Toscana, nel 2018 attese oltre 2 milioni di presenze

Print Friendly, PDF & Email
Turismo Toscana, nel 2018 attese oltre 2 milioni di presenze

Per il 2018 gli operatori toscani, intervistati dall’ultima indagine condotta da SL&A Turismo e Territorio per conto di Toscana Promozione Turistica, si attendono quasi 2 milioni di presenze turistiche in più.


Dopo un 2017 più che positivo, con circa il 61% degli operatori che dice molto soddisfatto della passata stagione turistica, anche l’anno in corso si prospetta positivo per la Toscana del Turismo. Gli operatori di settore si aspettano un crescita prudenziale attorno al +4% negli arrivi (+3.3% per i turisti italiani e +4.4% per gli stranieri) e una aumento di fatturato del 3.4%.

«I dati che si consolidano nella crescita e nella prosecuzione su questo trend – afferma l’assessore al Turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffooffrono una immagine complessivamente positiva del sistema turistico regionale con picchi sulle mete storiche ma con una soddisfazione generale sui territori. Nostro compito diversificare sempre più l’offerta caratterizzando ogni territorio con un fattore attrattivo che lo contraddistingua e sia di richiamo nella vasta concorrenza del settore. Oltre all’alta qualità del nostro sistema di accoglienza occorre creare motivazioni di viaggio sempre nuove e stiamo lavorando a iniziative specifiche su questo e lo faremo con l’impegno e la professionalità di Toscana Promozione Turistica che si attesta tra le migliori agenzie regionali di promozione turistica in Italia, come spesso sottolineato anche da Enit».

A credere di più in un 2018 positivo sono gli operatori attivi nelle destinazioni di montana e di mare, seguiti da quelli delle località termali e collinari che scommettono, in primo luogo, su un aumento delle presenze straniere. Chi opera nelle città d’arte prevede, sostanzialmente, di ripetere il successo del 2017. Intanto, il maltempo della prima parte dell’anno non ha scoraggiato il turismo primaverile e le prenotazioni per il periodo aprile-maggio fanno già registrare il 33.6% in media con picchi nelle città d’arte del 46.1% e del 36.4% in campagna.

In crescita il ruolo del web come canale di vendita, con oltre il 50% del fatturato, per tutte le strutture ricettive, sempre più attive in rete per promuoversi e che nel 94% dei casi punta sul proprio sito web (21.3% delle prenotazioni). Cresce anche l’utilizzo dei social network (+2.5% sul 2017): oggi 2 strutture su 3 si promuovono tramite i canali social, Facebook e Instagram in testa, con il 57% degli operatori che li ritengono strumenti di promozione molto importanti e il 65% che li usa attivamente.

Fonte: Toscana Promozione Turistica

Potrebbe interessarti:

Gli eventi e i tesori della Toscana per l'Anno del Cibo Italiano

GLI EVENTI E I TESORI DELLA TOSCANA PER L’ANNO DEL CIBO ITALIANO

LA TOSCANA PUNTA SULLO SHOPPING TOURISM

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti