I Viaggi di Archeologia Viva compiono 30 anni

Print Friendly, PDF & Email

Venezia. “Venezia prima di Venezia. I grandi centri veneti dalla preistoria alla Serenissima” è l’inedito itinerario culturale che ha il prossimo 21 aprile fino al 25 aprile per celebrare trent’anni di collaborazione tra la rivista specializzata Archeologia Viva (Giunti Editore) e l’Agenzia Viaggi Rallo di Mestre.


Un percorso nella storia attraverso siti archeologici emblematici, quali Altino, Burano, Torcello, Concordia Sagittaria e Aquileia insieme all’archeologa Francesca Benvegnù, Giuliano Volpe, presidente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici del Mibact, Vittorio Russo dell’Agenzia Viaggi Rallo e a Piero Pruneti, direttore della rivista Archeologia Viva e di tourismA – Salone Archeologia e Turismo Culturale.

La scelta di celebrare il trentennale tra Veneto e Friuli Venezia Giulia non è casuale: l’intento è quello di promuovere le importanti e numerose  testimonianze archeologiche di questo territorio offrendo concrete alternative di visita a Venezia, una città che soffre per l’eccessiva pressione turistica a discapito delle aree circostanti, ricche di siti e beni culturali di primaria importanza a livello europeo.

I Viaggi di Archeologia Viva nacquero da un’idea di Vittorio Russo e Piero Pruneti nel 1988 e sono proposte riservate ad un pubblico appassionato: gli itinerari sono particolarmente curati sul piano della completezza e dell’approfondimento dei luoghi visitati grazie alla presenza di uno studioso italiano che tiene un ciclo di lezioni sulle tematiche storico-archeologiche dei tour.

Info: www.archeologiaviva.it

Potrebbe interessarti:

La Regione Veneto pubblica l’atlante delle ville palladiane

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti