I 15 voli low cost in primavera da non perdere

Print Friendly, PDF & Email

Dopo il lungo inverno, i tanti sono alla ricerca di una rilassante vacanza alle porte dell’estate. E sono anche diverse le opportunità per accaparrarsi uno dei tanti voli low cost in primavera alla scoperta di nuove città.


Skyscanner ha selezionato i 15 voli low cost in primavera da non perdere: che sia per un weekend o un periodo più lungo, la scelta per viaggiare in questa stagione non manca.

  • Bucarest, da 33 euro: Se cercate una meta particolare, la capitale della Romania vi riserverà sicuramente delle belle sorprese: città vivace e in continuo cambiamento, Bucarest è oggi una delle più attraenti capitali dell’Europa dell’Est, una città ricca di storia e arte millenaria. Oltre al Museo di Storia Nazionale, che conserva i più antichi reperti romeni e al Museo Nazionale d’Arte, sono tantissime le chiese e i palazzi storici da visitare, ma tra tutti non perdete lo splendido parco Herastrau, il più grande della città, posto meraviglioso per un po’ di relax. E se siete appassionati di jazz, Bucarest è proprio la città che fa per voi: a maggio, infatti, si tiene la International Jazz Competition, un motivo in più per partire.

  • Bruxelles, da 20 euro: Città cosmopolita e piena di contrasti, Bruxelles vi affascinerà con il suo mix di stili architettonici che la tengono sospesa tra passato e futuro. Qui potrete immergervi nella storia godendovi i migliori prodotti locali, ad esempio sorseggiando una buona birra belga seduti nella splendida Grand Place, la piazza più importante della città, o assaggiando la famosa cioccolata esposta magnificamente nelle vetrine dell’Ilot Sacrè, un groviglio di stradine affollate proprio dietro la piazza. Se siete amanti dell’arte, vi aspettano il Museo Magritte e il Museo delle Belle Arti, ma una tappa obbligata è senza dubbio il Museo del Fumetto, per tornare un po’ bambini e apprezzare i migliori rappresentanti della “nona arte”. Fatevi tentare dalla migliore pasticceria della città nel quartiere du Sablon con le sue deliziose gauffres e poi perdetevi nei mercati: a Bruxelles ce ne sono per tutti i gusti!

  • Catania, da 30 euro: Ideale per un tiepido weekend primaverile, Catania è una meta d’eccezione. La città all’ombra dell’Etna vi svelerà i suoi tesori che vi riporteranno indietro nel tempo: il teatro, l’anfiteatro, le terme romane sono testimonianza di uno splendore che vi lascerà senza fiato! Impregnatevi dello spirito barocco in Piazza Duomo, dove si erge l’obelisco con l’elefantino e la chiesa di Sant’Agata, protettrice della città e poi, se preferite un percorso inusuale, vi aspetta la Catania sotterranea cinquecentesca, completamente ricoperta dall’eruzione dell’Etna del 1693. Ovviamente, non andate via senza aver gustato il meraviglioso street food catanese e, per concludere, un freschissimo cannolo tradizionale!

  • Atene, da 47 euro: Se siete amanti di storia e archeologia, Atene è sicuramente la meta perfetta per la primavera 2018: dall’Acropoli all’Agorà, per finire con il Museo Nazionale, ogni centimetro della città è intriso del suo passato e della cultura millenaria del suo popolo. Per respirare l’atmosfera tipica ateniese e gustare il cibo locale, andate alla scoperta del quartiere Monastiraki, autentico e pieno di negozi, bar e stradine da percorrere alla ricerca di chiese e monumenti nascosti. Ma ancora, a pochi passi, provate a perdervi tra le strade intricate del centro: ogni angolo vi apparirà diverso dall’altro e vi piacerà sentirvi minuscoli dentro il caos ateniese.

  • Londra, da 25 euro: E ora, cosa ne dite di un fine settimana in una delle capitali europee più gettonate? Invece dei percorsi classici, in primavera lasciatevi stupire dal verde intenso dei parchi in fioritura: da Hampstead Heath a Richmond Park, è tutto un tripudio dei colori della natura che si risveglia. E poi buttatevi nello shopping dei piccoli negozi indipendenti di Shoreditch, dove potrete anche fare tappa in locali alternativi. Poi buttatevi tra la folla del mercato dei fiori a Columbia Road, per assaporare angoli diversi della città. Per finire, vivete la multiculturalità affascinante di questa città nelle innumerevoli bancarelle di piatti tipici di tutto il mondo lungo Brick Lane, nel cuore della comunità del Bangladesh. Un itinerario insolito di cui non vi pentirete, fidatevi di noi!

  • Vienna, da 60 euro: Vi piace vivere intensamente la vita culturale di una città? Vienna vi può offrire molti spunti per un viaggio ricco di emozioni e cultura al contempo. Non a caso è stata soprannominata “Città dei Sogni”: un’atmosfera magica vi avvolgerà e vi farà sentire fuori dal tempo, accompagnandovi durante tutta la vostra vacanza. Partite dall’Hofburg Palace, il celebre palazzo imperiale in cui si sono intrecciate le storie di tanti reali, per poi abbracciare l’intera città: il Duomo di Vienna, importante costruzione gotica, il Museo di Storia dell’Arte e la Torre del Danubio con il suo panorama mozzafiato sono tappe obbligate. Ma c’è ancora un posto da visitare: il Castello di Schönbrunn, residenza imperiale estiva che dà il meglio proprio in primavera, quando potete approfittare del parco in una bella giornata di sole. E per una dolcissima pausa, non potete non sostare al leggendario Caffè dell’Hotel Sacher per assaggiare la vera Sacher Torte. Per una vacanza che rispetti anche il palato merita le sue soddisfazioni!

  • Berlino, da 28 euro: Se non avete ancora visitato Berlino, la primavera è la stagione ideale: ad aprile, infatti, potrete partecipare al Fruhlingfest, la Festa della Primavera, con le sue numerosissime giostre e bancarelle con piatti tipici tedeschi da assaggiare. Inoltre, a primavera si svolge anche il Carnevale Culturale, una manifestazione multietnica che si tiene per strada e celebra il meraviglioso melting pot di questa città. Tra una festa e l’altra, consigliatissima l’Isola dei Musei, cinque musei che racchiudono tesori artistici inestimabili, ma anche il palazzo di Charlottenburg, il più grande palazzo storico rimasto a Berlino e il palazzo del Reichstag, cioè del Parlamento tedesco, dalla cui cupola potrete vedere tutta la città ai vostri piedi! Ce n’è per tutti i gusti!

  • Budapest, da 34 euro: Vi piace l’incanto e la magia dell’Europa dell’Est? Budapest saprà darvi quello che cercate: dalla parte più antica, Buda, al cuore moderno e vibrante, Pest, la città è un vero e proprio scrigno di meraviglie. Il ponte sul Danubio, la Grande Sinagoga, prima in Europa per grandezza e il Parco della Memoria, dove si stagliano 42 statue simbolo del vecchio regime comunista sono solo alcuni dei posti in cui si può assorbire l’energia della città. Consigliatissime le terme, dato che la città possiede centinaia di sorgenti di acqua termale: ci sono varie strutture bellissime in cui fare un bagno e rilassarsi prima di riprendere il cammino. E per finire, in primavera potete visitare l’Isola Margherita, un parco nel bel mezzo del Danubio dove fare una passeggiata nel verde.

  • Roma, da 29 euro: Non c’è stagione migliore per esplorare Roma: in primavera potete godervi il clima mite, le giornate terse e passare il vostro tempo all’aria aperta. Proprio per questo, vi suggeriamo di mettere scarpe comode e cercare di muovervi il più possibile a piedi, vi assicuriamo che ne vale la pena, perché Roma sa stupire in ogni angolo, da quelli inaspettati a quelli più noti, come il bellissimo Giardino degli Aranci, dove passeggiare nel parco profumatissimo e riempirsi gli occhi con il panorama che si vede affacciandosi alla terrazza. Se non l’avete ancora mai fatto, addentratevi nel ghetto ebraico, dove troverete l’antichissimo Portico d’Ottavia e potrete rifocillarvi nei ristorantini tipici dove si può gustare la saporitissima cucina della tradizione romano-ebraica. Oppure vi piace di più un giro a Tor Marancia o a Ostiense, tra la street art romana? Qui gli itinerari possibili sono davvero tantissimi, sceglietene uno: l’importante è cominciare!

  • Barcellona, da 26 euro: Avete voglia di un weekend movimentato ed economico? In primavera Barcellona vi offre una varietà eccezionale di eventi: dalla tradizionale Festa d’Aprile, con balli folcloristici in abiti tipici della cultura del flamenco e cibi buonissimi, al Primavera Sound Festival, a cui partecipano gli esponenti mondiali della musica rock, pop e indie. Nel tempo che vi resta, potete scegliere se fare un tour alla scoperta dell’arte di Gaudì o confondervi come formichine operose tra la folla della Rambla o della Boqueria, il mercato più profumato della città: in entrambi i casi resterete affascinati dal clima festoso di Barcellona. D’obbligo una passeggiata nel Barrio

  • Lisbona, da 50 euro: Salire su un tram e lasciarsi trasportare in giro per la città, accompagnati dal sottofondo malinconico di un _fado _suonato in qualche locale lontano: siamo a Lisbona, meravigliosa capitale portoghese, lenta e indolente ma anche colorata e piena di vita. Dalla Baixa, centro pulsante della città ricostruito dopo il terremoto del 1755, al Bairro Alto, la zona degli artisti, passando per il Chiado, il quartiere dove Pessoa amava passare le sue giornate e per il labirinto di vicoli dell’Alfama, la città è un mosaico di scorci indimenticabili. Partire per Lisbona in primavera è ideale non solo per il clima temperato, ma anche perché a maggio ha inizio l’Out Jazz, festival di musica che si svolge ogni fine settimana all’aperto in posti diversi della città ed è completamente gratuito!

  • Colonia, da 25 euro: Famosa soprattutto per la maestosa Cattedrale, Patrimonio Mondiale dell’Unesco, Colonia ha tutte le caratteristiche per essere la destinazione perfetta per un weekend economico nel 2018. Oltre a vari musei, tra cui spicca il Ludwig con una delle collezioni di Picasso più corpose in Europa, a Colonia è possibile ammirare un panorama spettacolare salendo sul Köln Triangle, un grattacielo alto circa 100 metri, oppure sulla torre della Cattedrale: ma attenzione, in questo caso dovrete salire più di 500 gradini prima di godervi la vista! Poi, un po’ di tempo nel Giardino Botanico, con le sue migliaia di piante da tutto il mondo, e un po’ per una passeggiata nel Parco del Reno, attrezzato anche per praticare diversi sport. E per concludere la giornata, cosa c’è di meglio di un buon piatto tipico con un boccale di Kölsch, la birra locale?

  • Breslavia, da 40 euro: Costruita su 12 isole collegate da ponti che emergono dal fiume Oder, Breslavia, non a caso, viene chiamata la “Venezia del Nord”: una città incantevole e culturalmente composita, vivace e giovane. A partire da Piazza Rynek (o Piazza del Mercato), potete vagare per la parte antica della città, visitare il Municipio Ratusz, eccezionale esempio di architettura gotica, e altre chiese ed edifici significativi che si trovano nei dintorni, come quello dell’Università. Ma uno degli angoli più suggestivi è decisamente l’isola della Cattedrale, un quartiere antico che vi catturerà con il suo fascino magnetico. Per provare le delizie della cucina polacca, fermatevi al Mercato Coperto con le sue bancarelle colorate oppure raggiungete la Torre dell’Acqua, un posto fiabesco dove recuperare le energie e stupirvi ancora una volta della bellezza di questa città!

  • Lussemburgo, da 20 euro: Cercate un posto originale? Città del Lussemburgo è indubbiamente una delle mete low cost che vi sorprenderà. Oltre alle animate piazze centrali, come Place d’Armes e Place Guillaume, dove fare una buona colazione in uno dei tanti bar pieni di gente, l’attrazione più particolare sono le Casematte del Bock, gallerie scavate nel promontorio roccioso che domina la città in cui si sono rifugiate circa 35.000 persone durante le Guerre mondiali: oggi è possibile percorrere 17 chilometri di questo enorme labirinto. Data la posizione particolare della città, che si trova su un promontorio che si affaccia su due valli, è possibile apprezzare la bellezza naturale da diversi punti, tra cui il Chemin de la Corniche, detta la “balconata più bella d’Europa”: dal Boch scendete costeggiando la città e riempitevi gli occhi di questa meraviglia! Nella zona sottostante c’è il Grund, quartiere caratteristico dove si trova la Chiesa di St Jean e dove potrete passare la serata nei locali più alla moda. Fateci un pensierino!

  • Copenaghen, da 30 euro: Una città piena di contraddizioni, divisa tra antico e moderno: Copenhagen è molto di più del suo simbolo, l’enigmatica Sirenetta che attrae milioni di turisti ogni anno. Si tratta di una città che preserva la sua storia mostrandola in angoli di rara bellezza ma al tempo stesso accoglie la modernità e la celebra. Dopo la Cattedrale di Marmo e il Palazzo Reale, dirigetevi al Museo Nazionale, dove potete spendere qualche ora alla scoperta della storia danese oppure, se avete poco tempo, scegliere la veloce guida che vi mostrerà i pezzi più significativi in un’ora. Bellissima la Torre Circolare, il più antico osservatorio astronomico funzionante d’Europa: oltre all’interno potrete salire sulla piattaforma esterna per guardare l’incantevole parte vecchia della città. Tappa imprescindibile: l’antico porto, bellissimo, con le barche parcheggiate di fronte alle case alte e strette, coloratissime. Tre, due, uno: un bel selfie da mandare agli amici rimasti a casa, così che la prossima volta possano partire con voi!

Info: skyscanner.it

Potrebbe interessarti:

La top 10 delle mete italiane in primavera
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Skyscanner

Vai alla barra degli strumenti