70 anni di Tex Willer, un viaggio nelle ambientazioni del grande ovest americano

Print Friendly, PDF & Email
Tex Willer

Il celebre fumetto Tex Willer a settembre 2018 compie 70 anni dalla sua prima uscita che segnò una generazione. Le ambientazioni americane del fumetto possono essere vissute in prima persona tramite viaggi organizzati da America World.


Aurelio Galeppini – meglio noto come Galep – fu il primo a disegnare lo storico fumetto, seguito poi da altri nomi noti come Guglielmo Letteri, Giovanni Ticci, Fernando Fusco e molti altri (sono oltre 50 i disegnatori che si sono cimentati con Tex). La loro matita ha creato non soltanto Tex Willer, ma anche i suoi pards: Kit Carson, il suo migliore amico, Tiger Jack, il coraggioso indiano navajo e Kit Willer, il figlio di Tex.

Le storie hanno sempre avuto un’ambientazione precisa, nei territori del sud-ovest degli Stati Uniti, soprattutto in Arizona, ma anche in Texas e New Mexico. Amico degli Indiani Navajos e soprannominato Aquila della Notte, a tal punto di essere anche agente indiano della nazione pellerossa, Tex Willer è un eroe positivo e coraggioso, personaggio cult protagonista nel corso degli anni di mostre ed esposizioni, ma anche di studi sociologici.

America World, operatore di Quality Group specializzato proprio sugli Stati Uniti, dà la possibilità di vivere da vicino le mitiche ambientazioni di Tex Willer nel grande ovest americano attraverso dei viaggi organizzati.

Il più completo e affascinante è “Il Grande Cerchio – Parchi Nazionali e Terre Indiane” che in 14 giorni/12 notti si snoda tra paesaggi da far west. Disegnato per imparare qualcosa in più sul mondo dei nativi americani è un viaggio molto intimista, che tratta di tribù, di sciamani e dei loro riti. Si snoda tra i grandi parchi nazionali americani, quelli alla Tex Willer, come Monument Valley, Grand Canyon, ma anche Antelope Canyon e Petrified Forest e le terre indiane, arrivando fino al New Mexico e a Mesa Verde, con il pueblo scavato nella roccia di Cliff Palace, il più grande e antico insediamento costruito nella roccia di tutto il Nord America, dai nativi Anasazi a partire dal XII° Sec e Durango, in Colorado, che permette di rivivere un’atmosfera da Far West, grazie anche a un tragitto percorso in treno storico per Silverton, tratta che serviva a trasportare oro e argento.

In alternativa un viaggio meno impegnativo anche dal punto di vista economico, ma dove si ripercorrono i luoghi che vedono protagonista il ranger con la stella d’oro, è “I Grandi Parchi, di 12 giorni/10 notti, anche questo un viaggio di gruppo esclusivo che oltre ai paesaggi da Far West, consente di vedere anche tre delle più importanti città dell’ovest americano, come Los Angeles, San Francisco e Las Vegas. E ovviamente Grand Canyon, Monument Valley, Bryce Canyon, Zion, Death Valley, Mammonth Lakes e Yosemite. 

Per chi ha poco tempo a disposizione, ideale è il nuovo tour “Cowboys & Canyons” di 7 giorni/6 notti che prevede il volo in aereo privato tra Las Vegas e il Grand Canyon,  una tratta in treno Grand Canyon Railway e una crociera in battello sul Lago Powell.

Info e prezzi su tour negli Usa: qualitygroup.it

Potrebbe interessarti:

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Tex Willer

Vai alla barra degli strumenti