Cibus 2018, la 19° edizione del Salone Internazionale dell’Alimentazione

Print Friendly, PDF & Email
cibus 2018

Dal 7 al 10 maggio Parma ospita la 19° edizione di Cibus, Salone Internazionale dell’Alimentazione, organizzata da Fiere di Parma e Federalimentare: 3100 espositori  presenti, oltre 135.000 mq espositivi e 80.000 visitatori professionali attesi sono i numeri dell’edizione 2018.


A Cibus 2018 verranno presentati i risultati raggiunti dal settore alimentare italiano e i nuovi prodotti, protagonisti in occasione dell’Anno del Cibo Italiano.

Rispetto all’edizione 2016 prenderanno parte 100 espositori in più mentre lo spazio espositivo sarà più ampio di 5.000 mq grazie alla realizzazione di un nuovo padiglione temporaneo. Tra gli 80.000 visitatori professionali (il 20% proveniente dall’estero), ci saranno 2.500 top buyers.

Di seguito, alcuni degli espositori presenti a Cibus 2018:

Pastificio Felicetti: Il Pastificio Felicetti di Predazzo (TN) sarà presente con un proprio stand. All’interno dello spazio espositivo troverà posto anche una cucina che ospiterà, ogni giorno, uno chef che proporrà un piatto partendo dall’interpretazione dell’ingrediente principale: la pasta. Lunedì 7 maggio ai fornelli ci sarà Max Poggi dell’osteria Vicolo Colombina di Bologna, l’8 sarà la volta dello chef Fabrizio Mantovani del ristorante FM di Faenza (RA), il 9 Matteo Zanardi del ristorante Ai beati di Garda (VR) e il 10 chiuderà la quattro giorni parmense lo chef Simone Gottarello del ristorante Aqualux di Bardolino (VR).

Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia: Le novità del Frantoio presentate all’edizione 2018 di Cibus saranno: l’Olio EVO Buon Frutto Biologico (nel pratico formato da mezzo litro) le Olive taggiasche essiccate (confezione da 60 g), i Capperi essiccati (vasetto da 30 g), i Peperoni essiccati (confezione da 30 g), l’Olio EVO selezione Cru taggiasco (nell’elegante bottiglietta in ceramica da 0,25 litri), e tre nuovissime Marmellate (arance, arance amare e limoni liguri in vasetti da 200 g). Ai fornelli dello stand (padiglione 5, stand A052), completamente rinnovato, si alterneranno il foodblogger Stefano Cavada, reduce dal programma SelfieFood in onda su La7d (lunedì 7 maggio alle ore 15.00), lo chef Maurizio Pinto del Ristorante Voltalacarta di Genova (da lunedì a mercoledì) e lo chef Fabrizio Barontini (nella giornata di giovedì).

Tartuflanghe: L’azienda piemontese Tartuflanghe, da poco sbarcata anche negli Stati Uniti con una propria società “gemella” a quella italiana, approda a Cibus con tanti nuovi prodotti: una Maionese al tartufo bianco (ideale per accompagnare piatti di carne, pesce, frittate, patate fritte o panini), un Ketchup con aceto balsamico di Modena IGP e tartufo (da gustare con della carne e in particolare hamburger, hot dog, bischette o con il classico bollito alla piemontese), dell’Hummus con nocciole e tartufo (perfetto per accompagnare pane, verdure crude o piatti vegani), il Trifulot tartufo dolce limone (pralina di cioccolato bianco con pasta di mandora e di limone candito di Sorrento IGP) e i Truffle Bite (uno snack salato appetitoso ed ideale per l’aperitivo). Tra le novità spiccano anche le Truffleggs, uova di quaglia con tartufo bianco, che hanno conquistato il Cibus Innovation Corner: una giuria di 21 professionisti ha giudicato 760 candidature selezionandole sulla base di diversi fattori legati al concetto di innovazione. Le uova di quaglia di Tartuflanghe sono state selezionate tra i top 100 e verranno esposte nella gallery dell’Innovation Corner.

Info: www.cibus.it

Potrebbe interessarti:

ANNO DEL CIBO: I PRODOTTI GASTRONOMICI TOP DELLA ZONA TRA MARCHE E UMBRIA COLPITA DAL TERREMOTO

ALLA SCOPERTA DELL’ITALIA ATTRAVERSO IL CIBO: GLI ASPARAGI E IL VENETO

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Cibus 2018

Vai alla barra degli strumenti