Federturismo: “Turismo al centro del governo M5S-Lega è un grande passo avanti”

Print Friendly, PDF & Email

Commenti positivi da parte di Federturismo in merito alle indiscrezioni di stampa che vorrebbero il turismo tra i temi principali del nascente governo Lega-5 Stelle.


Come sottolinea il Presidente di Federturismo Confindustria Gianfranco Battistiemerge chiaramente la volontà di ridare al turismo il posto che merita a livello istituzionale”.

Secondo Battisti, l’istituzione di un Ministero del Turismo dedicatoè condizione preliminare per qualunque efficace programma di intervento su un settore che oggi genera il 14% dell’occupazione totale e che salirà nei prossimi anni fino a toccare il 20% ai ritmi di crescita attuali”.
Se confermate le indiscrezioni di stampa sarebbe un grande passo avanti, da Federturismo rivendicato in tempi non sospetti, e un traguardo che il mondo delle imprese che rappresentiamo (21 Associazioni di categoria, cioè migliaia tra le più grandi imprese turistiche italiane di ogni filiera) attende ormai da anni”.

Tra i possibili provvedimenti salutati con soddisfazione da Federturismo anche l’abolizione della tassa di soggiorno, “un meccanismo di prelievo asimmetrico che colpisce solo una categoria di viaggiatori (quelli che pernottano in un centro turistico) e una sola categoria di imprese (gli alberghi) e i cui introiti originariamente destinati al miglioramento delle destinazioni turistiche finiscono invece nelle casse dei Comuni spesso solo come stampella contabile” – ha commentato Battisti.

Auspichiamo interventi anche su IMU, TARI e IVA  – prosegue il Presidente di Federturismo – che sono purtroppo elementi di forte diseconomia competitiva verso i nostri concorrenti europei e che ridarebbero alle nostre imprese subito slancio e forza sui mercati internazionali oggi davvero globalizzati”.

Fari accesi anche sulla sostenibilitàun tema ormai strategico ed indifferibile. Federturismo è stata la prima Federazione in Italia a certificarsi ISO16064 e a creare il primo modello di “Museo Green” poi adottato, oltre che dal Museo Ferragamo, anche dalla Galleria Nazionale di Roma. Sulla base delle premesse di cui sopra ci auguriamo pertanto che le misure indicate vedano la luce forti di un Ministro con competenze finalmente specifiche e dedicate” – ha concluso Battisti.

Fonte: Federturismo Confindustria

Potrebbe interessarti:

ASTOI CONFINDUSTRIA VIAGGI: “BENE L’IPOTESI DI UN MINISTERO DEL TURISMO”

CONFINDUSTRIA ALBERGHI: “MINISTERO DEL TURISMO SIA TRA LE PRIORITÀ DEL NUOVO GOVERNO”

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

federturismo

Vai alla barra degli strumenti