Nuovo collegamento Firenze-Anversa con TUI fly

Print Friendly, PDF & Email

Firenze. Dal 2 aprile 2018 scorso la compagnia aerea belga TUI fly opera 2 volte a settimana (lunedì e giovedì) il nuovo collegamento diretto da Firenze ad Anversa. 


TUI fly è la prima compagnia aerea in crescita con la flotta più giovane in Belgio. I biglietti sono già disponibili a partire da 59,99 euro solo andata (www.tuifly.be/en)

Anversa è un polo di crescita per il turismo e la vita d’affari nelle Fiandre. La città portuale è anche un passaggio verso le altre città d’arte come Gand e Bruges.

TUI fly vola verso questa destinazione dal 2/4/18 al 22/10/18 due volte a settimana da Firenze. Di lunedì il volo parte da Firenze alle 15:30, di giovedì alle 18:40. Sarete ad Anversa in meno di due ore.

La giusta quantità e disponibilità di voli rappresenta naturalmente un fattore molto importante per il turismo in entrata,” – afferma il CEO Peter De Wilde di Toerisme Vlaanderen (Turismo Fiandre). – “Con Toerisme Vlaanderen promuoviamo le Fiandre come destinazione turistica in 28 mercati esteri. L’Italia è il nostro settimo mercato con circa 250.000 turisti in entrata e viaggiatori d’affari all’anno. Un ulteriore collegamento di questo tipo può soltanto influire positivamente su questo dato.

Il collegamento tra la Toscana e le Fiandre” – dichiara Marco Carrai, Presidente di Toscana Aeroporti – “è un ulteriore tassello nella crescita di Toscana Aeroporti. Il nuovo volo Firenze-Anversa, infatti, rappresenta un ventaglio di nuove opportunità turistiche e di lavoro sia per chi intende arrivare in Toscana sia per chi da essa vuol partire. La nostra Regione, grazie anche al contributo di Toscana Aeroporti, è sempre più collegata con il mondo”.

TUI fly, la seconda più grande compagnia aerea del Belgio, è nata nel marzo 2004 e ogni anno trasporta 3,7 milioni di passeggeri (2017). Collega 111 aeroporti con 187 linee e dà lavoro a circa 1150 persone.

Fonte: www.toscanapromozione.it

Potrebbe interessarti:

 Milano, Singapore Airlines: nuove offerte verso il Sud-est asiatico e l’Australia
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti