Francesco Mori firma le nuove vetrate del Battistero di Pisa

Print Friendly, PDF & Email

Pisa. “Le quattro nuove vetrate che sostituiscono quelle irrimediabilmente perdute” per varie cause in epoche lontane “raccontano i segni del nostro tempo sia dal punto di vista liturgico che storico”.


E’ quanto ha dichiarato l’arcivescovo di Pisa, Giovanni Paolo Benotto, spiegando il significato delle nuove vetrate collocate in Battistero e realizzate dall’artista Francesco Mori.

Raffigurano il beato Giuseppe Toniolo, Paolo VI, Giovanni Paolo II con, ha aggiunto Benotto, “ai suoi piedi i mostri del ‘900: il nazismo e il comunismo”, e san Ranieri, patrono di Pisa.

In contemporanea è terminato anche il restauro delle vetrate ottocentesche del Battistero.

Mori ha vinto un concorso internazionale a cui hanno partecipato 57 artisti e è stato prescelto “per l’originalità e la forza dei personaggi unita all’equilibrio e all’armonia con le vetrate preesistenti: le nuove vetrate completano il ciclo decorativo di 16 vetrate istoriate realizzate nel corso del XIX secolo sostituendo quelle non più recuperabili”.

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

In arrivo a Pisa la mostra di ceramica più grande d’Italia
Il premio “Borgo dei Borghi” va a Gradara
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti