A Imperia recuperati 70 beni ecclesiastici rubati da diverse chiese italiane

Print Friendly, PDF & Email

Imperia. Il Comando dei Carabinieri del Reparto Tutela Patrimonio Culturale (TPC) hanno recuperato 70 beni ecclesiastici provenienti da diverse Chiese italiane e prelevati anche a distanza di vent’anni.


Tra questi, una reliquia di San Giustino, Santo Patrono di Paganica (AQ), rubato nel maggio 1992, dalla locale Parrocchia Santa Maria Assunta nonché un pregevole dipinto del XIX sec., asportato nel 2000 dalla Basilica di Santa Maria di Collemaggio di L’Aquila.

L’attività investigativa è iniziata nel 2015, a seguito di un’operazione di vendita sospetta da parte di una nota casa d’aste di Parigi, in merito a una preziosa reliquia di San Giustino.

I successivi controlli, effettuati attraverso la comparazione dell’immagine con quelle contenute nella Banca Dati dei Beni Culturali illecitamente sottratti, gestita dal Comando di Imperia, hanno poi permesso di accertare che il bene corrispondeva proprio a quello asportato dalla chiesa aquilana.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica de L’Aquila, hanno consentito di rimpatriare, nel dicembre del 2016, l’importante reliquia, che è stata restituita alla parrocchia aquilana.

Infatti nel controllare le parrocchie presso cui il religioso aveva prestato il suo ministero, i militari del TPC hanno verificato ulteriori furti di opere d’arte. Dietro il furto sembrerebbe esserci un commerciante di settore bresciano, che a sua volta aveva acquistato il bene da un prelato locale e da un suo collaboratore che avevano esercitato le loro funzioni anche in Abruzzo.

Una perquisizione presso la dimora dell’ecclesiastico, ha portato alla luce molti oggetti di epoca compresa tra il XVIII e XIX sec.

Tra questi, il dipinto raffigurante “San Pietro Celestino con attributi papali”, rubato dalla Basilica di Collemaggio dell’Aquila negli anni 2000, poco dopo il suo restauro eseguito dalla locale Soprintendenza.

Le opere sono ora sotto il controllo dei Carabinieri di Imperia mentre i tre sono stati denunciati.

 

Fonte: Reparto Operativo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale

Potrebbe interessare: 

Bologna: recuperato il Sant’Ambrogio rubato in Pinacoteca lo scorso marzo
recuperati reperti archeologici per valore di oltre 900 mila euro Recuperati reperti archeologici per un valore di oltre 900.000 euro
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti